Tag Archives : festività ebraiche

Rosh ha Shanà 5780: un nuovo anno pieno di sfide per il popolo ebraico

Questa sera per il mondo ebraico inizia la celebrazione del Capodanno (Rosh ha Shanà che ha letteralmente lo stesso significato dell’espressione italiana) e inizia l’anno 5780 dalla creazione del primo essere umano. I maestri del pensiero ebraico hanno spesso sottolineato l’importanza del fatto che tutti gli uomini e le donne discendano dalla stessa unica coppia,…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Rosh ha Shanà: inizi l’anno e i suoi frutti

Ogni mitzvà consta di due aspetti: l’azione richiesta per effettuarla e la kavvanà, cioè l’intenzione che si deve avere nel momento in cui la si esegue. In un certo senso ogni mitzvà consta di due parti: una è il “corpo” e l’altra l’ ”anima” della mitzvà stessa. Se si mangia la matzà la sera di…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Pesach oggi: libertà e rapporto con la Terra di Israele

Le feste ebraiche spesso ricordano eventi storici centrali nella storia del popolo di Israele. Così è per Channukkà e Purim, che celebrano la sopravvivenza dell’ebraismo ai tentativi antichi di distruggerlo, per Shavuot che commera la rivelazione del Sinai, e prima di tutto per Pesach, la Pasqua ebraica, che ricorda la fondazione del popolo ebraico, la…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Pesach: in attesa del ritorno del quinto figlio

La Hagadà di Pesach (il testo che si legge durante la cena della sera della festa, ndr) contempla che il racconto dell’uscita e della liberazione dall’Egitto debba essere raccontato ai figli in maniera diversa a seconda del loro carattere e del loro modo di essere. Quattro figli diversi uno dall’altro: il sapiente, il malvagio, il…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Purim, la festa della sconfitta anche militare dell’antisemitismo

Questa sera gli ebrei di tutto il mondo festeggiano Purim, una delle pochissime date ebraiche che non ricordano eventi biblici ma fatti della storia ebraica relativamente recenti, cioè successive all’esilio babilonese. E’ anche una festa che non ha equivalenti nel cristianesimo ed è generalmente poco capita, scambiata a causa della sua allegria per una specie…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Chanukkà a Buchenwald

Inverno, festa di Chanukkà 5706 (1945). Un bambino di sei - sette anni e suo fratello di nove, due tra 300 bambini scesi dalle navi, scampati dai campi di concentramento di Bergen Belsen e Buchenwald, vengono inviati nei campi di raccolta dei profughi, appena arrivati in Israele. I due bambini discendono da una famiglia di…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Una riflessione e un augurio per Yom Kippur

Gli ebrei di tutto il mondo si preparano in queste ore al giorno più solenne del loro calendario liturgico, il Giorno dell’Espiazione o Yom Kippur. Si tratta di un momento di autoesame e pentimento per gli errori e i peccati commessi, che si sostanzia in una giornata intera, 26 ore di digiuno, concentrazione, esame di…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Rosh ha Shanà: oltre i limiti delle parole

“Beato il popolo che conosce la Teru’à, Signore, alla luce del tuo volto essi procederanno (Salmi 89,17) La Torah non dice espressamente che il giorno di Rosh ha Shanà (il capodanno ebraico) si debba suonare lo Shofar: il primo giorno del settimo mese (Tishrè) “sarà per voi giorno di Teru’à” (Numeri 29: 1) e ancora…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Shavuot: dalla matzà al pane lievitato

La Torah stabilisce che a partire dal primo giorno di Pèsach, festa delle matzot, si debbano contare sette settimane, per festeggiare il cinquantesimo giorno, una nuova festa, cui la Torah dà il nome di Shavuot, settimane. La festa è anche chiamata zeman matan toratenu, tempo del dono della Torah. In effetti la festa è caratterizzata…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Parole, preghiera e maldicenza

Parole, preghiera e maldicenza. Grande protagonista dei giorni solenni che vanno da Rosh Ha Shanà a Kippur è la parola. Mentre la mente e lo spirito sono impegnati a riflettere per fare un esame di coscienza e analizzare le azioni fatte o non fatte nel corso dell’ultimo anno, la bocca – il tramite attraverso cui…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US