Gli ultimi articoli di: Rav Scialom Bahbout

Shavuot: dalla matzà al pane lievitato

La Torah stabilisce che a partire dal primo giorno di Pèsach, festa delle matzot, si debbano contare sette settimane, per festeggiare il cinquantesimo giorno, una nuova festa, cui la Torah dà il nome di Shavuot, settimane. La festa è anche chiamata zeman matan toratenu, tempo del dono della Torah. In effetti la festa è caratterizzata…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

In ricordo di un Giusto: addio a Sion Burbea

Ho avuto modo di frequentare per molti anni la casa di Sion Burbea e di sua moglie Ines (il loro ricordo sia di benedizione). Quasi tutti i venerdì nel primo pomeriggio li andavo a trovare e loro non mancavano mai di offrirmi dolci e pane per lo Shabbat da portare a casa, al punto che…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Parole, preghiera e maldicenza

Parole, preghiera e maldicenza. Grande protagonista dei giorni solenni che vanno da Rosh Ha Shanà a Kippur è la parola. Mentre la mente e lo spirito sono impegnati a riflettere per fare un esame di coscienza e analizzare le azioni fatte o non fatte nel corso dell’ultimo anno, la bocca – il tramite attraverso cui…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Scole, non Piramidi

Se noi leggiamo con attenzione le parashoth in cui viene annunciata la liberazione degli ebrei dall’Egitto e la Agadà di Pesach non possono sfuggire due elementi importanti. 1. Mosè anziché sottolineare l’importanza della libertà finalmente raggiunta che era l’argomento all’ordine del giorno, si preoccupa di ciò che avverrà quando i figli faranno delle domande su…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Chi di spada ferisce, di spada perisce

Uno dei modi di leggere la storia raccontata nella Meghillà di Ester è quello di individuare nel corso della storia quali paralleli si possono trovare con le popolazioni con le quali è venuto a contatto il popolo ebraico. Se da una parte Haman rappresenta i popoli che hanno tentato di sterminare gli ebrei, vi sei…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Tu bishvat: Capodanno degli alberi

La scuola di Shammai e quella di Hillel hanno un’opinione diversa circa la data in cui far cadere il Capodanno degli alberi: il primo di shevat, secondo i primi, il quindici dello stesso mese secondo gli altri, opinione questa accettata come norma. 1. Potenza e atto. Alla base di questa discussione sta non solo una…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Hanukkà: progetto educativo, individuo e società

E' scritto che la mitzvà (il precetto) di Hanukkà e' un dovere che riguarda l'uomo e la sua casa (Ish Ubeito), ma i più meticolosi accendono un lume per ogni persona, mentre chi vuole essere ancora più meticoloso aumenta il numero dei lumi da uno a otto per ognuno dei giorni della festa secondo la…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia

Rosh hashanà: giorno in cui il Mondo è stato concepito?

Una delle frasi che si ripete più volte durante la preghiera di Musaf di Rosh hashanà è l’espressione che si dice dopo avere ascoltato il suono dello Shofar: Hayom harat ‘olam. Le parole harat ‘olam sono dette da Geremia (cap. 20, 17) che è notoriamente un profeta che ha annunciato sventure puntualmente accadute. Siamo abituati…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom BahboutRabbino capo di Venezia
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US