Archivio della Categoria: Shoah

Gelataio italiano diventato Giusto fra le Nazioni

L’umanità contro la lucida volontà di sterminare gli ebrei e cancellare l’ebraismo della storia. Un italiano contro la macchina di morte nazista, volta alla conquista di un’Europa ancora oggi alla ricerca di sé stessa. L’italiano era Francesco Tirelli, nato a Campagnola Emilia, in provincia di Reggio Emilia nel 1898, poi trasferitosi a Budapest, dove aprì…
Leggi tutto
Avatar
Redazione

Ma si festeggia il Carnevale o si fa “rivivere” l’Olocausto?

Chi si trovasse a passare per Napoli in questo periodo avrebbe, probabilmente, l'impressione che più che festeggiare il Carnevale si stia macabramente "celebrando" (per modo di dire) l'Olocausto. Infatti, tra le maschere più bizzarre, dei bambini, che si possono vedere in giro, due stanno attirando particolarmente l'attenzione e suscitando la giusta, indignata, reazione delle persone:…
Leggi tutto
Gerardo Verolino
Gerardo Verolino

La Giornata della Memoria e le sue contraddizioni

L’utilità della Giornata della Memoria, che ricorre domenica prossima, è discussa da molti. E’ troppo generico il suo tema, troppo ambiguo, troppo pietistico. Staccare il ricordo della Shoah dal suo sfondo antigiudaico prima cristiano e poi anche laico progressista, legarlo solo al genocidio e non alla demonizzazione e alla ghettizzazione degli ebrei da cui esso…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Chanukkà a Buchenwald

Inverno, festa di Chanukkà 5706 (1945). Un bambino di sei - sette anni e suo fratello di nove, due tra 300 bambini scesi dalle navi, scampati dai campi di concentramento di Bergen Belsen e Buchenwald, vengono inviati nei campi di raccolta dei profughi, appena arrivati in Israele. I due bambini discendono da una famiglia di…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Shoah in Olanda, il gay che sfidò i nazisti

Una storia resa pubblica solo pochi anni fa. O meglio, le vicende in sé furono ben presto note, ma non nella propria interezza. L’omissione di un particolare che dà la misura di quanto fosse difficile essere sé stessi prima, ma anche dopo i fatti che vi stiamo per raccontare. Marzo 1943, Amsterdam, Olanda. La Germania…
Leggi tutto
Avatar
David Spagnoletto

Da Berlino a Londra in bicicletta per ricordare lo stesso viaggio compiuto 79 anni fa

Paul Alexander ora ne ha 81, ma nel 1939, quando aveva appena 19 mesi fu affidato ad un’infermiera inglese volontaria. Suo padre era già stato deportato a Buchenwald e sua mamma, che aveva già perso due bambini alla nascita, ebbe un gran coraggio a lasciarlo andare in uno degli ultimi “Kindertransport”. “Deve aver pensato ‘Devo…
Leggi tutto
Avatar
Elena LattesBlogger, collabora con diverse testate tra le quali Agenzia Radicale e Ebraismo e Dintorni

La macchina fotografica LEICA e il salvataggio di ebrei

La LEICA è un azienda familiare di grande successo, con un concetto sociale che durante il regime nazista manifestò grande umanità, generosità e umiltà. L'azienda E.Leitz Inc., la più grande produttrice tedesca di macchine fotografiche e ottica, salvò tutti i suoi dipendenti ebrei ed altri, dalle persecuzioni naziste. Ernst Leitz, il patriarca della famiglia e…
Leggi tutto
Avatar
Silvia Bublil Dadusc
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US