Gli ultimi articoli di: David Spagnoletto

Shoah in Olanda, il gay che sfidò i nazisti

Una storia resa pubblica solo pochi anni fa. O meglio, le vicende in sé furono ben presto note, ma non nella propria interezza. L’omissione di un particolare che dà la misura di quanto fosse difficile essere sé stessi prima, ma anche dopo i fatti che vi stiamo per raccontare. Marzo 1943, Amsterdam, Olanda. La Germania…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Shoah, come la Danimarca salvò quasi tutti gli ebrei

In Italia ricorre l’anniversario della promulgazione delle leggi razziali, che diedero inizio a una serie di provvedimenti anti-ebraici e che furono volute da Benito Mussolini per avvicinare ancora di più la sua politica a quella di Adolf Hitler. Non in tutti i paesi, però, i governanti strizzarono l’occhio alla Germania nazista. Ce ne è uno…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Leggi razziali, era il 5 settembre 1938

Leggi razziali. Per quella che dovrebbe essere solo una dicotomia, si trovò una “legittimazione” scientifica. Un insieme di leggi per decretare un gruppo superiore a un altro. Chi aveva il diritto di studiare e chi no, chi aveva il diritto di svolgere il proprio lavoro e chi no. Era il 5 settembre 1938, quando re…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Perché i nazisti vivono così a lungo?

Perché alcuni nazisti sono vissuti così a lungo? Perché sono rimasti su questa Terra molto di più di quello che avrebbero meritato? Domande a cui nessuno può dare risposte. Domande ingenue, forse, che però provengono dalle persone pure, che vorrebbero vedere il mondo in bianco e in nero, diviso in buoni e cattivi come nelle…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Riconoscimento Gerusalemme capitale d’Israele, le reazioni

Gerusalemme capitale d’Israele. Il riconoscimento del presidente Usa Donald Trump è considerato un errore da gran parte della comunità internazionale e una conferma per gli israeliani che hanno sempre ritenuto Gerusalemme la capitale dello Stato ebraico. Le reazioni contrarie sono state caratterizzate anche da parole estremamente violente, che hanno incitato a una nuova intifada. Hamas,…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Matthias Sindelar, il calciatore che non si piegò al Reich

Mattihas Sindelar è stato il più grande calciatore austriaco. Ma questa che vi stiamo per raccontare non è solo una storia di calcio. O meglio, è l’ennesima vicenda di uno sportivo, la cui vita, suo malgrado, è stata caratterizzata dall’interferenza della politica. Dove per politica, leggasi la spietata visione del mondo della Germania nazista. Sindelar,…
Leggi tutto
David Spagnoletto

Anna Frank, un nome che dovrebbe unire

Anna Frank. Un nome che dovrebbe essere la base di una memoria condivisa sull’odio e sulle barbarie perpetrate dall’uomo sull’uomo. Una storia personale diventata simbolo della storia collettiva. Anziché essere uniti nel suo ricordo, ci si sta dividendo, come se la 15enne non fosse morta in un campo di sterminio nazisti durante la Shoah. Ieri…
Leggi tutto
David Spagnoletto

9 ottobre 1982, cosa rimane dell’attentato alla Sinagoga di Roma

Quando Sergio Mattarella nominò Stefano Gaj Taché durante il discorso del suo insediamento, la memoria collettiva della Comunità Ebraica di Roma coincise con la memoria collettiva del paese. Il ricordo del Presidente della Repubblica tolse la coltre di silenzio che fino a quel momento aveva contraddistinto l’attentato alla Sinagoga Maggiore di Roma in quel lontano…
Leggi tutto
David Spagnoletto
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US