Archivio della Categoria: pregiudizio antisraeliano

Le provocazioni dei nemici di Israele e la nostalgia del Bund

Anche quest’anno un fantomatico gruppo che si firma “Freedom for Palestine - Boycott Israel” ha diffuso un volantino all’università di Torino in cui annuncia una serie di “seminari autogestiti” in occasione del Giorno della Memoria. Sono quattro occasioni intitolate «1933: patto col diavolo. Il boicottaggio ebraico della Germania e l’accordo commerciale tra nazisti e sionisti»,…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

L’Onu non si smentisce mai: no alla condanna di Hamas

No dell'ONU alla condanna formale di Hamas. Una settimana dopo aver approvato ben 8 risoluzioni contro Israele, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha respinto una risoluzione proposta dagli Stati Uniti intitolata “Attività di Hamas e altri gruppi militanti a Gaza” che avrebbe condannato Hamas «per aver lanciato ripetutamente missili contro Israele e per incitare alla…
Leggi tutto
Redazione

Perché l’Italia continua a votare contro Israele alle Nazioni Unite?

L’Italia ci è ricascata. Dopo le “otto risoluzioni otto” contro Israele di quindici giorni fa, l’Assemblea Generale dell’Onu ne ha approvate altre sei sabato scorso. E come l’altra volta, l’Italia ha approvato la maggior parte delle risoluzioni. Si è astenuta questa volta da una mozione che richiede la restituzione alla Siria delle alture del Golan,…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Avvelenatori di pozzi

Sabato 3 novembre Il Fatto Quotidiano ha pubblicato sul suo sito un articolo a firma di Roberto Colella che riprende alcuni degli argomenti dell’antigiudaismo storico: le accuse di avvelenare l’acqua e di uccidere i bambini non ebrei. Chissà se, quando i Filistei, come si è letto sabato 10 novembre nella parashà* di Toledot, otturarono i…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar

Chi vota contro Israele all’Onu

ONU vs Israele. Venerdì scorso l’Assemblea Generale della Nazioni Unite ha votato a grande maggioranza nove risoluzioni contro Israele e nessuna contro altri stati: 0 all’Arabia, 0 al Venezuela, 0 al Nord Corea, 0 alla Russia, 0 alla Cina, 0 al Myanmar, 0 all’Iran, per citare qualche stato chiacchierato. Altre sei seguiranno, a quanto pare,…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Gli occhi aperti di Fatou

Ci dice Fatou Bensouda, procuratore capo della Corte Penale internazionale, l’organizzazione che recentemente John Bolton, Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, ha platealmente sconfessato come un’organizzazione di parte, che se il villaggio beduino di Khan al’Ahmar sito nell’Area C della cosiddetta Cisgiordania, verrà demolito, si tratterà di un “crimine di guerra”. Non solo,…
Leggi tutto
Niram Ferretti

Qual è la lezione della Shoah?

In questo periodo si rievoca l’anniversario del più vasto crimine della Shoah in Italia, la terribile retata nazifascista che decimò la comunità ebraica di Roma il 16 ottobre del 1943. Fra i ricordi meglio riusciti c’è stata la bella e commovente trasmissione di Alberto Angela, egli stesso nipote del medico Carlo Angela Giusto delle Nazioni…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Le storie vergognose delle agenzie dell’Onu

Le organizzazioni internazionali, molti pensano, avranno molti difetti, saranno inefficienti e magari corrotte, magari i loro dipendenti abusano della posizione per commettere crimini orribili che non sono puniti  ma sono sopra le parti, hanno la fiducia della popolazione e fanno solo bene: dunque vanno sostenute. Sarebbe bello che fosse così, peccato che non sia affatto…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli

Haifa in Israele? No, in “Palestina”!

Maroggia, piccolo Comune del Ticino, Svizzera, ha deciso di cancellare lo Stato di Israele. Domenica scorsa è stata inaugurata in questo borgo, la mostra “Mutazioni: in difesa della natura”. Ventidue artisti di varie nazionalità hanno esposto le loro opere in riva al Lago di Lugano: sculture, fotografie, installazioni di vario genere: alcune interessanti, altre decisamente…
Leggi tutto
Giuseppe Giannotti
Giuseppe GiannottiGiornalista & Esperto di Medio Oriente

Corbyn, “minaccia all’esistenza” degli ebrei inglesi

Immaginate che il probabile nuovo primo ministro di un importantissimo paese europeo sia una specie di incrocio del peggio di De Magistris, Boldrini, Vendola, Bersani: abbia cioè la cultura politica più vecchia e irrancidita. Il dogmatismo, l’atteggiamento burocratico del vecchio funzionario di partito, l’ipocrisia, il narcisismo e soprattutto l’odio per Israele, l’amicizia per i peggio…
Leggi tutto
Ugo Volli
Ugo Volli
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US