Gli ultimi articoli di: Rav Scialom Bahbout

Scole, non Piramidi

Se noi leggiamo con attenzione le parashoth in cui viene annunciata la liberazione degli ebrei dall’Egitto e la Agadà di Pesach non possono sfuggire due elementi importanti. 1. Mosè anziché sottolineare l’importanza della libertà finalmente raggiunta che era l’argomento all’ordine del giorno, si preoccupa di ciò che avverrà quando i figli faranno delle domande su…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Chi di spada ferisce, di spada perisce

Uno dei modi di leggere la storia raccontata nella Meghillà di Ester è quello di individuare nel corso della storia quali paralleli si possono trovare con le popolazioni con le quali è venuto a contatto il popolo ebraico. Se da una parte Haman rappresenta i popoli che hanno tentato di sterminare gli ebrei, vi sei…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Tu bishvat: Capodanno degli alberi

La scuola di Shammai e quella di Hillel hanno un’opinione diversa circa la data in cui far cadere il Capodanno degli alberi: il primo di shevat, secondo i primi, il quindici dello stesso mese secondo gli altri, opinione questa accettata come norma. 1. Potenza e atto. Alla base di questa discussione sta non solo una…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Pensieri di Pesach: la riconquista della mazzà

Una delle procedure più strane della cena pasquale è quella della divisione della mazzà (azzima) centrale che si trova nel cesto del Sèder (il rituale che precede la cena in cui si racconta l'esodo degli ebrei dall'Egitto) : una metà viene rimessa nel cesto e un’altra metà viene nascosta sotto la tovaglia, viene poi estratta e…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Purim: dalla precarietà alla stabilità

Uno dei paradossi di Purim è che gli ebrei non lo festeggiano tutti lo stesso giorno: il 14 Adàr nelle “prazoth”, città aperte e prive di mura di cinta; il 15 Adàr nelle “muqafoth homà”, città cinte di mura dai tempi di Giosuè – oggi in pratica la sola Gerusalemme: non sarebbe stato logico concentrare tutti…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

Un candelabro davanti al mondo

La civiltà greca era già riuscita a imporsi in tutto il bacino mediterraneo: comunque si voglia intendere questa storia, è chiaro che si trattò della vittoria di una piccola truppa, pronta a ogni sacrificio pur di non svendere la propria identità culturale di fronte a un nemico molto più numeroso e agguerrito. Questa “globalizzazione” culturale…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout

La Sukkà: servire Hashem con tutto il corpo

I maestri insegnano che le 613 mizvoth (precetti) si dividono in positive, azioni da adempiere, e negative, azioni da non compiere. Le prime sono 248, un numero che i Maestri associano alle membra della persona, come per dire che ognuna delle membra del corpo umano ha il compito di fare una mizvà. Le seconde sono…
Leggi tutto
Rav Scialom Bahbout
Rav Scialom Bahbout
  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: No feed found.

    Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

  • FOLLOW US