Un satellite israeliano per fornire Internet gratuito alle popolazioni africane

Avatar
Redazione
-
Hi-tech

Un satellite israeliano per fornire Internet gratuito alle popolazioni africane

Hi-tech
Avatar
Redazione

satellite amos 6

La compagnia israeliana Spacecom, insieme all’operatore satellitare francese Eutelsat, sta sviluppando un sistema per fornire gratuitamente una connessione a Internet per milioni di persone che vivono nell’Africa Sub-sahariana. Il progetto fa parte dell’iniziativa no-profit Internet.org, promossa anche da Facebook, che vorrebbe portare Internet a prezzi accessibili, o come in questo caso gratuitamente, alle popolazioni che non ne dispongono o a cui vengono imposte determinate limitazioni.

Il satellite AMOS-6, successore dell’AMOS-2, con la sua innovativa tecnologia potrà coprire tutto il Medio Oriente, l’Europa Centro-Orientale e gran parte dell’Africa. Inoltre conterrà una maggiore capacità di backup in modo da rendere il servizio il più affidabile possibile.

Omri Arnon della compagnia Spacecom ha spiegato che l’interesse israeliano nell’iniziativa non è legato esclusivamente ad aspetti economici. La decisione infatti ha più a che fare con l’opportunità di concedere a milioni di nuovi utenti la possibilità di esplorare parti del mondo che gli sono state precluse finora ed Israele è proprio una di queste. Inoltre il satellite consentirà ai residenti dell’Africa Sub-sahariana di sfruttare tutti quei benefici economici e politici che derivano dall’utilizzo del Web. Secondo Arnon infatti il servizio garantirà “l’accesso alle fonti di informazione indipendenti, aiuterà nella ricerca di posti di lavoro e nella creazione di nuove imprese, oltre a una migliore conoscenza dei servizi sanitari, educativi e finanziari disponibili. Questo porterà sicuramente a un miglioramento nelle economie nazionali e in quella mondiale.”

La scelta da parte di Facebook di utilizzare un satellite israeliano non è affatto una sorpresa: Israele ha già dimostrato in più occasioni che la dimensione geografica non influisce sulla capacità innovativa di un paese. Arnon si è detto molto orgoglioso della qualità mostrata dal satellite AMOS-6 e ha manifestato una certa fiducia in Spacecom e in generale nella tecnologia israeliana.

Nel 2015 Israele si è classificato al quinto posto nell’indice sull’innovazione realizzato da Bloomberg. L’anno precedente Israele si era attestato al trentesimo posto, ora è riuscito a superare paesi come la Francia e il Regno Unito in questa speciale classifica.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US