Terrorismo in Italia, arrestato italo-lettone a Viterbo

Avatar
Redazione
-
News

Terrorismo in Italia, arrestato italo-lettone a Viterbo

News
Avatar
Redazione

Terrorismo in Italia. Un ragazzo è stato arrestato dalla polizia di Viterbo con l’accusa di “fabbricazione o detenzione di materie esplodenti”.

Il 24enne finito in manette è Denis Illarionov, italiano di origine lettone, nella cui abitazione sono stati trovati materiali per confezionare ordigni esplosivi, un “manufatto cilindrico di cartone”, un fucile e due pistole ad aria compressa, un tirapugni e diverse apparecchiature informatiche.

L’indagine è partita da una segnalazione del FBI dopo la pubblicazione sui social media da parte di Denis Illarionov di apprezzamenti verso Saipov Sayfullo, l’estremista islamico che il 31 ottobre scorso ha investito e ucciso otto persone a New York.

Le azioni social del giovane si sono concentrate soprattutto su Instragram, in cui accanto a una foto che lo immortala con una pistola in mano ha scritto: “#SchoolShooting. È ora di ammazzare i bambini dell’asilo” e sotto all’immagine di Sapov, una frase che non ha lasciato spazio all’interpretazione: “un altro angelo caduto per mano degli infedeli”. E ancora la scritta “questo fa saltare in aria tutto” vicino alla foto del nitrato di potassio acquistato sul web.

Gli agenti dell’antiterrorismo hanno reso noto che l’arrestato non si era mai evidenziato prima “sotto il profilo politico/religioso” ed è considerato un “soggetto che avrebbe potuto fare qualcosa di pericoloso”. Al momento non sono emersi legami con lo Stato islamico o con altre organizzazioni terroristiche.

Le indagini, inoltre, hanno evidenziato un profilo preciso del 24enne: un disagio personale provocato dalla disoccupazione che lo portava a trascorrere gran parte delle sue giornate in casa da solo davanti al pc.

Riflettiamo un attimo su questo episodio di terrorismo in Italia.

Disagio personale e disoccupazione come possono portare al confezionamento di bombe? Perché molto spesso il ritratto degli arrestati per terrorismo porta con sé simili descrizioni?

E se tutti i giovani in difficoltà abbracciassero il terrorismo?

 

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US