Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager
-
Hi-tech, Rassegna Stampa

Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

Hi-tech, Rassegna Stampa
Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager

Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

hi-tech-tel-aviv-silicon-valley-progetto-dreyfusCome ci racconta Maurizio Molinari su La Stampa del 4 Novembre 2014, la città di Tel Aviv si sta imponendo all’attenzione generale come luogo più congeniale per la nascita delle start up. “In Israele ci sono troppe buone idee: il problema è capire quali sono utili”, così Yoav Oz di Star-Tau spiega a chi gli si presenta proponendo nuove idee in ambito hi-tech.

Sono infatti più di 5000 le start-up negli ultimi tempi nate proprio nella città israeliana, la maggior parte delle quali in ambito tecnologico e, come ci racconta l’autore dell’articolo “alcune delle maggiori innovazioni vengono da 10 start-up, riuscite a farsi largo con successo nel mondo dell’hi-tech nel corso degli ultimi mesi

Segue un elenco di queste 10 start-up con le proprie caratteristiche: “…“Kaltura” offre un’avveniristica piattaforma di sviluppo dei video che ha raccolto in breve tempo 25 milioni di dollari di fondi grazie all’adozione da parte di giganti dell’industria dell’intrattenimento come HBO e Warner Brothers. “Optimove” aiuta invece alle aziende a realizzare campagne di marketing mirate verso un particolare gruppo di clienti, applicando tecniche simili a quelle con cui la campagna elettorale di Barack Obama ha vinto due elezioni presidenziali…Poi ci sono “Ginger”, il cui database con un trilione di frasi in inglese consente a chiunque di parlare agilmente nella lingua di Shakespeare, “Wix” grazie a cui è possibile realizzarsi da soli delle homepage con gli ultimi aggioramenti hi-tech e “BillGuard” che protegge le carte di credito da frodi. Ma possono esserci pochi dubbi sul fatto che il più popolare fra questi 10 “super start-up d’Israele” è GetTaxi, ovvero il concorrente israeliano di U-Ber, riuscito a espandersi velocemente a Londra, Mosca, New York ed altre 17 metropoli del Pianeta sommando una rete di taxi che serve almeno un milione di consumatori, inclusi 1500 ceo di economia e finanza. Chiudono la classifica dei “magnifici 10 di Tel Aviv” gli start-up “Wibbitz”, che converte i testi in video, “Roomer”, utile per cercare camere d’hotel, Appsfire per promuovere le applications e “Shaker”, capace di trasformare qualsiasi affezionato user di Facebook in un anonimo Avatar.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US