Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager
-
Hi-tech, Rassegna Stampa

Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

Hi-tech, Rassegna Stampa
Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager

Tel Aviv: la Silicon Valley del Medio Oriente

hi-tech-tel-aviv-silicon-valley-progetto-dreyfusCome ci racconta Maurizio Molinari su La Stampa del 4 Novembre 2014, la città di Tel Aviv si sta imponendo all’attenzione generale come luogo più congeniale per la nascita delle start up. “In Israele ci sono troppe buone idee: il problema è capire quali sono utili”, così Yoav Oz di Star-Tau spiega a chi gli si presenta proponendo nuove idee in ambito hi-tech.

Sono infatti più di 5000 le start-up negli ultimi tempi nate proprio nella città israeliana, la maggior parte delle quali in ambito tecnologico e, come ci racconta l’autore dell’articolo “alcune delle maggiori innovazioni vengono da 10 start-up, riuscite a farsi largo con successo nel mondo dell’hi-tech nel corso degli ultimi mesi

Segue un elenco di queste 10 start-up con le proprie caratteristiche: “…“Kaltura” offre un’avveniristica piattaforma di sviluppo dei video che ha raccolto in breve tempo 25 milioni di dollari di fondi grazie all’adozione da parte di giganti dell’industria dell’intrattenimento come HBO e Warner Brothers. “Optimove” aiuta invece alle aziende a realizzare campagne di marketing mirate verso un particolare gruppo di clienti, applicando tecniche simili a quelle con cui la campagna elettorale di Barack Obama ha vinto due elezioni presidenziali…Poi ci sono “Ginger”, il cui database con un trilione di frasi in inglese consente a chiunque di parlare agilmente nella lingua di Shakespeare, “Wix” grazie a cui è possibile realizzarsi da soli delle homepage con gli ultimi aggioramenti hi-tech e “BillGuard” che protegge le carte di credito da frodi. Ma possono esserci pochi dubbi sul fatto che il più popolare fra questi 10 “super start-up d’Israele” è GetTaxi, ovvero il concorrente israeliano di U-Ber, riuscito a espandersi velocemente a Londra, Mosca, New York ed altre 17 metropoli del Pianeta sommando una rete di taxi che serve almeno un milione di consumatori, inclusi 1500 ceo di economia e finanza. Chiudono la classifica dei “magnifici 10 di Tel Aviv” gli start-up “Wibbitz”, che converte i testi in video, “Roomer”, utile per cercare camere d’hotel, Appsfire per promuovere le applications e “Shaker”, capace di trasformare qualsiasi affezionato user di Facebook in un anonimo Avatar.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US