Professore di Ascoli fa gli auguri a Hitler: “Sono stato frainteso”

Avatar
Redazione
-
News

Professore di Ascoli fa gli auguri a Hitler: “Sono stato frainteso”

News
Avatar
Redazione

“Centoventinove auguri di buon compleanno”. È un messaggio di auguri comparso sul profilo Facebook di Felice Spicocchi, vice preside dell’Istituto Tecnico Agrario Celso Ulpiani di Ascoli Piceno.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che il post è stato scritto il 20 aprile (tre giorni fa), in coincidenza dell’anniversario della nascita di Adolf Hitler.

Il dirigente scolastico è stato subito fatto oggetto di critiche da parte del Comitato Antirazzisti del Piceno, che in una nota ha sottolineato la gravità del gesto:

“L’Italia è una Repubblica democratica ed antifascista, e la sua scuola pubblica ha tra i suoi compiti quello di educare al valore e significato dei principi su cui si fonda la Costituzione di questo paese. Non deve dunque esistere alcun ruolo pubblico per chi non solo disconosce i principi basilari e fondanti del convivere democratico, ma addirittura manifesta aperta simpatia con l’emblema incarnato della negazione non solo di tutti i principi democratici che ci identificano, ma addirittura dei diritti umani”.

Felice Spicocchi ha prima cancellato il post incriminato e poi sostenuto che il messaggio in realtà non era rivolto Fuhrer:  

“Non volevo fare gli auguri a Hitler ma ad un fotografo tedesco nato 129 anni fa. Stamattina mi è venuta la ‘brillante idea di fare gli auguri di buon compleanno a Colmar Walter Hahn, artista e fotografo nato il 20 aprile 1889 a Berlino. Chi conosce l’artista e sa di cosa stavo parlando, ha infatti commentato “tanti auguri allo zio di Berlino” e ho messo anche un like al commento. Dopodiché si è scatenato l’inferno”.

Un’autodifesa che poteva essere credibile se il profilo Facebook del professore non strizzasse continuamente l’occhio alla Germania nazista.

Il Comitato Antirazzisti ha chiesto immediati provvedimenti nei confronti di Spicocchi.

“Il secondo collaboratore dell’Istituto di Agraria deve essere coerente con la sua visione malata e criminale del mondo e lasciare il suo ruolo di educatore immediatamente, per manifesta incompatibilità di principio. Altrimenti siano le autorità a cancellare a buon diritto l’onta di una tale compatibilità da una scuola di questa Repubblica, a garanzia dei suoi valori fondanti”.

Quale istruzione possono avere gli studenti se un professore inneggia a colui che ha pianificato la morte di milioni di persone?

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US