⁠⁠⁠Onu, conferenza contro il BDS. In Italia è partita la petizione per metterlo fuorilegge

Avatar
David Spagnoletto
-
BDS

⁠⁠⁠Onu, conferenza contro il BDS. In Italia è partita la petizione per metterlo fuorilegge

BDS
Avatar
David Spagnoletto

Usa: all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite si è svolta la conferenza contro il movimento BDS organizzata dall’ambasciatore israeliano all’Onu, Danny Danon.

Italia: Prima petizione per mettere fuorilegge il BDS promossa da Flaminia Sabatello, Presidente dell’Associazione Romana Amici di Israele.

Due iniziative, un solo obiettivo: sconfiggere un movimento che fa dell’odio verso Israele e gli ebrei la sua missione.

L’evento “Building Bridges, Not Boycotts” di New York in cui hanno partecipato oltre duemila persone fra studenti, delegati delle varie organizzazioni ebraiche, politici di tutto il mondo, rappresentanti diplomatici e diverse organizzazioni importanti quali il World Jewish Congress, la Anti-Defamation League, la Zionist Organization of America, StandWithUs, B’nai B’rith International e ancora una decina di organizzazioni, è stato aperto dalle parole di Danny Danon, secondo cui il movimento BDS è:

La rappresentazione di una nuova forma di antisemitismo, più subdolo e pericoloso perché mira a delegittimare e distruggere la democrazia israeliana. Da questo luogo che rappresenta il Parlamento di tutte le nazioni del mondo ci impegneremo a sconfiggere questo movimento di odio che mira a demonizzare Israele. Insieme possiamo riuscirci.

Gli fa eco il presidente del World Jewish Congress, Ron Lauder, che ha parlato della necessità di avviare azioni legali basate sul diritto internazionale e sulle legislazioni di ciascun paese per mettere fuorilegge il Movimento BDS perché “si tratta palesemente di un movimento nato per negare al popolo ebraico il diritto all’autodeterminazione e per distruggere lo Stato Ebraico”.

A margine della manifestazione due seminari intitolati Due seminari “Combattere il Movimento BDS nei Campus” e “Aspetti giuridici del boicottaggio e della delegittimazione” hanno affrontato gli aspetti legali con cui combattere il BDS e le violazioni delle leggi internazionali commesse da questo gruppo.

Il CEO della Anti-Defamation League, Jonathan Greenblatt, ha detto che le azioni legali sono le armi più adeguate per sconfiggere il BDS e che occorre fare delle campagne di sensibilizzazione nelle università per spiegare agli studenti i veri obiettivi di questo movimento.

Sensibilizzazione che è anche alla base della petizione di Flaminia Sabatello, il cui è fine ultimo è la raccolta delle per chiedere la messa fuorilegge del BDS, un fenomeno assolutamente contrario alla Costituzione italiana.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: No feed found.

    Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

  • FOLLOW US