Francia, profanate 107 tombe ebraiche

Avatar
Redazione
-
News

Francia, profanate 107 tombe ebraiche

News
Avatar
Redazione

Diverse tombe ebraiche sono state nuovamente profanate in Francia. Dopo le profanazioni avvenute tra il dicembre 2018 e il febbraio 2019, rispettivamente a Quatzenheim e a Herrlisheim, in questi giorni è stata volta del cimitero ebraico di Westhoffen, vicino Strasburgo, dove su 107 tombe sono comparse croci uncinate e scritte antisemite.

L’ennesimo atto anti-ebraico in Francia che da anni è diventato un paese dalle mille difficoltà per gli ebrei, molti dei quali hanno deciso di lasciare il paese ed emigrare, per lo più in Israele.

Atto che ha visto la dura reazione sia delle autorità ebraiche che di quelle francesi. Il rabbino capo di Francia, Haim Korsia, si è detto “scandalizzato e inorridito” per la profanazione avvenuta a Westhoffen, mentre il vicepresidente del Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia, (Crif), Gil Taieb, ha stigamatizzato l’“odio anti-ebraico”.

Il presidente del Concistoro israelitico, Maurice Dahan, ha parlato di “profondo shock” della comunità ebraica locale.

francia-profanate-tombe-ebraiche

Il presidente francese Emmanuel Macron ha scritto tutto il proprio sdegno su Twitter:

“Gli ebrei sono e fanno la Francia. Chi li attacca, fino alle loro tombe, è indegno dell’idea che abbiamo della Francia. L’antisemitismo è un crimine e lo combatteremo, a Westhoffen, come ovunque, fino a quando i nostri morti potranno dormire in pace”.

Il premier Edouard Philippe ha espresso tutto il proprio disgusto e la propria repulsione per il vile atto, definito abietto e ripugnante dal ministro dell’Interno, Christophe Castaner.

 “Sostegno più totale alla comunità ebraica” è stato espresso sostegno più totale alla comunità ebraica dal prefetto di zona, Jean-Luc Marx, che condannato l’episodio:

“Con la più grande fermezza questi odiosi atti antisemiti che colpiscono ancora una volta il Basso-Reno”.

L’ennesima profanazione di un cimitero ebraico in Francia conferma la triste tendenza degli ultimi dieci anni per ebrei francesi, che si sono sentiti costretti ad abbandonare il paese per salvaguardare la propria incolumità.

È un altro segnale inequivocabile dell’antisemitismo dilagante in tutta Europa.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US