Danimarca, profanato cimitero ebraico vicino Copenaghen

Avatar
Redazione
-
News

Danimarca, profanato cimitero ebraico vicino Copenaghen

News
Avatar
Redazione

In Danimarca è stato profanato il cimitero ebraico di Randers, vicino alla capitale Copenaghen. La polizia ha reso noto che le tombe divelte sono state 80, di cui alcune imbrattate con adesivi gialli a forma di stella a sei punte sui è stato scritto “Jude”, ebreo in tedesco.

A denunciare il vile episodio è stato il sindaco Torben Hansen, il quale ha sottolineato: “Abbiamo uno dei più antichi siti di sepoltura ebraici, risalente al 1807, e lo custodiremo sempre”.

Al momento non è stato possibile stabilire il giorno preciso dell’atto antisemita, ma tutto lascia immaginare che si avvenuto nella notte tra il 9 e il 10, in cui ricorre la Kristallnacht (Notte dei Cristalli) l’ondata di violentissimi atti contro gli ebrei avvenuti nella Germania nazista nel 1938.

Allo stato attuale non vi è alcun indagato e le forze dell’ordine – almeno per quanto fatto sapere – valutano varie piste.

Ciò di cui siamo a conoscenza sono alcuni episodi accaduti proprio a Randers nelle settimane passate.

Il 25 ottobre scorso il gruppo neonazista Nordfront, guidato da Simon Lindberg, ha fatto propaganda vicino alla scuola “Tirsdalen” servendosi di uno striscione che recitava “Gioventù danese. Combatti per il tuo futuro!” e di alcuni volantini, di cui vi riportiamo una parte del testo:

“Giovani danesi. Lotta per il tuo futuro. Combatti per un futuro come schiavo di un sistema ingannevole, governato da una ricca élite, che decide come modellare la tua vita e la tua vita. Viviamo tutti in un’illusione – in una bugia. In effetti, la democrazia è una finzione, in cui potenti banchieri criminali, militari, magnati dei media e dirigenti d’azienda fanno affari sulla tua vita in modo che possano fare soldi per la tua sofferenza […]. Non tutti sono uguali. Non tutti valgono lo stesso. Ci sono grandi differenze tra bianchi e neri. Un europeo e un arabo non sono gli stessi […] Siamo europei bianchi, bianchi del nord. Non siamo neri negri, asiatici o arabi. Siamo bianchi. I nostri antenati hanno creato la bellissima cultura europea bianca, una cultura che viene distrutta dall’invasione aliena razziale. Giovani danesi – Devi alzarti e opporti all’immigrazione di massa. Devi costruire solide relazioni con i tuoi fratelli e sorelle bianchi. Devi creare una coscienza razziale. Devi combattere per conto tuo. E devi allontanarti dagli estranei”.

Sempre a Randers, il 5 novembre, alcuni attivisti di Nordfront hanno apposto adesivi e poster lungo le strage che costeggiano il fiume Gudena.

Non sappiamo se i due episodi siano collegati a quanto accaduto al cimitero ebraico di Randers, ma danno la misura dell’attuale situazione che si respira in città. 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US