LE ULTIME DAL BLOG

  • Challah, il pane del Sabato

    La challah è un pane dolce dalla tipica forma a treccia che viene preparato in occasione dello Shabbat, giorno di festa che va dal tramonto del venerdì sera fino al tramonto del sabato.  All'inizio del venerdì la tavola viene imbandita e prima di mangiare viene recitato il kiddush e benedetto il vino e il pane, la challah appunto. La preparazione è tradizionalmente assegnata alle donne, che impastano prima dell'entrata del sabato e infornano due challot; ne preparano due in ricordo…

  • Torino-BDS, continuano i convegni contro Israele

    Torino BDS Israele. Il Dipartimento dell’Università di Torino, Culture, Politiche e Società, continua nell’organizzazione di convegni contro lo Stato ebraico con il benestare del Rettore. In questi incontri Israele viene dipinto come un paese criminale, che promuove la segregazione razziale e viene paragonato alla Germania…

    Redazione
  • Italia, terrorismo islamico: scatta l’allarme dei servizi segreti

    Italia terrorismo islamico. Secondo i nostri 007 la minaccia jihadista è “concreta e attuale”. Nella relazione annuale dell’intelligence emerge un quadro assai preoccupante. Relazione secondo cui l’Italia è “oggetto dell’attività propagandistica ostile di Daesh”. Nello specifico è scritto che nel nostro paese: “Continuano ad essere presenti…

    Redazione
  • Antisemitismo: nel 2017 una preoccupante crescita generale degli episo...

    Il Ministro della Diaspora Naftali Bennett, ha presentato in onore della Giornata della Memoria, il “Rapporto sulle tendenze e gli episodi di antisemitismo nel 2017” che ha indicato un aumento sostanziale degli incidenti razzisti contro gli ebrei in Europa, in particolare nelle regioni occidentali del Vecchio Continente. Secondo il rapporto,…

    Ghila Amati
  • Islanda-circoncisione, proposta di legge per la messa al bando

    Islanda-circoncisione. La deputata dei Progressisti, Silja Dögg Gunnarsdóttir, ha avanzato una proposta di legge che metterebbe al bando la circoncisione: chiunque decidesse di continuare a praticarla rischierebbe 6 anni di carcere. Proposta che ha scatenato numerose polemiche che però non hanno scalfito le convinzioni della parlamentare islandese: “Lo vedo come…

    Redazione
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US