Polonia, altro grave episodio di antisemitismo

Avatar
Redazione
-
Antisemitismo

Polonia, altro grave episodio di antisemitismo

Antisemitismo
Avatar
Redazione

In Polonia non si placano gli episodi di antisemitismo. Il crescente sentimento anti-ebraico, questa volta, ha colpito Anne Krupka, candidata del partito di governo Diritto e Giustizia (PiS in polacco).

Tutto è accaduto lo scorso sabato durante un dibattito legato alle elezioni del comune di Kielce, in cui Dawid Lewicki, candidato del partito nazionalista Confederazione della Polonia Indipendente (KPN in polacco) ha messo un copricapo ebraico (kippah) in testa alla Krupka:

“Questo è il simbolo di Diritto e Giustizia. Si inchinano davanti agli ebrei, vendono il paese per 300 miliardi”.

Una vicenda gravissima condannata l’ambasciatore polacco in Israele, Marek Magierowski, che su Twitter ha scritto che “tutte le espressioni di odio razziale sono inaccettabili”. Più duro il commento del portavoce del Ministero degli Esteri israeliano, Emmanuel Nahshon, secondo cui il KPN: “È un partito estremista e razzista che non merita nemmeno che gli si risponda.”

La città dove è successo la spiacevole vicenda ne fa aumentare la gravità: Kielce, una grande città che ospita una delle fiere che occupa il secondo posto nella classifica delle mostre e dei mercati più frequentati in Polonia, nella quale nel luglio 1946 avvenne uno dei pogrom anti-ebraici più cruenti del secondo dopo guerra.

In Polonia esiste un grande problema legato all’antisemitismo. Gli attacchi contro gli ebrei arrivano da più parti.

Dal governo di Varsavia che lo scorso anno propose una legge sulla Shoah negando le proprie responsabilità sul genocidio ebraico pena carcere fino a tre anni, dall’editoria dove un giornale ha scritto come riconoscere un ebreo e dalla gente comune che organizza parate di Pasqua antisemite, senza dimenticare il lancio di una pietra contro una sinagoga di Danzica.  

Cavalcando i sentimenti popolari, diversi governi europei stanno legittimando l’odio per il diverso. E un quando tale odio si manifesta, gli ebrei sono tra i primi bersagli.  

Clicca qui per vedere il video.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US