Nessuna pietra d’inciampo per Alberto Di Segni, il presidente del Municipio lo ignora

Avatar
Redazione
-
News

Nessuna pietra d’inciampo per Alberto Di Segni, il presidente del Municipio lo ignora

News
Avatar
Redazione

La pietra d’inciampo dedicata ad Alberto Di Segni non è stata posata. Era tutto pronto in via del Porto Fluviale, a Roma, ma l’VIII Municipio non si è presentato, né ha mandato qualcuno in rappresentanza.

Motivo? A rivelarlo è stato lo stesso presidente del Municipio, il cinquestelle Paolo Pace che, rispondendo all’ideatore dell’intero progetto Gunter Demnig e ai curatori dell’iniziativa di Arte e Memoria, ha detto:

“La vostra lettera? E’ qua. Non l’abbiamo neanche aperta…capita, con tutto quello che abbiamo da fare. Ce ne occuperemo appena potremo, nei prossimi giorni”.

Piccolo problema, che come gli è stato fatto osservare, Gunter Demnig che come da tradizione avrebbe dovuto provvedere in prima persona a sistemare le pietre d’inciampo, non potrà essere presente perché era venuto dalla Germania per questa nuova posa.

Alberto Di Segni, figlio di Samuele Di Segni e Perla Sciunnach, nato a Viterbo il 28 maggio 1913, venne arrestato a Roma e deportato nel campo di sterminio di Sachsenhausen, dove trovò la morte il primo gennaio 1945. Il suo nome, però, non sarà presente su quelle lastre d’ottone con il nome del deportato, l’anno e la data di nascita, il luogo di deportazione e la data di morte.

Motivo? Perché i vertici politici di un Municipio di Roma non ha avuto il tempo per aprire una lettera, avendo molto cose da fare.

Quali sono queste cose da fare? A quali altre iniziative avrebbe dovuto presenziare il massimo esponente grillino del Municipio ottavo di Roma a cui non ha partecipato assieme alla posta della pietra d’inciampo di una persona deceduta in un campo sterminio?

Parlare di gaffe addolcirebbe una pillola che non va addolcita. Ricordare le barbarie naziste non è un impegno che può essere demandato all’apertura di una lettera. Deve essere una priorità. Per tutti, ma soprattutto per coloro che si autoproclamano portatori di trasparenza e purezza. Ma al momento quello che si vede è l’assenza.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US