Norvegia, arrestato islamista condannato in Italia

Avatar
Redazione
-
News

Norvegia, arrestato islamista condannato in Italia

News
Avatar
Redazione

È stato arrestato in Norvegia Najmuddin Faraj Ahmad, meglio conosciuto come mullah Krekar. La richiesta è arrivata dalle autorità italiane, secondo cui il presunto jihadista faceva parte di un gruppo terroristico che dal Kurdistan iracheno aveva messo radici in Trentino Alto Adige, dove nel 2015 le indagini della Procura avevano portato in manette i membri di una “cellula” del gruppo a Merano.

La richiesta italiana è stata fatta dopo  la condanna a 12 anni di prigione per terrorismo da parte del Tribunale di Bolzano, che ha spiccato un mandato internazionale.

Ahmad è finito in manette grazie a un’operazione della polizia norvegese che l’ha arrestato nella sua casa di Oslo.

Il suo avvocato, Brynjar Meling, ha riferito di aver parlato con lui:

“È in buone condizioni, che vorrà opporsi alla custodia cautelare perché questo arresto è arrivato inaspettato e che la Pst dovrà dimostrare il reale pericolo di evasione”.

Sempre tramite il suo legale, Najmuddin Faraj Ahmad ha voluto far sapere che:

“Non ci sono cellule terroristiche in Italia o in qualsiasi altra Nazione con cui ha a che fare e non ha mai avuto piani terroristici”.

Najmuddin Faraj Ahmad, 61 anni, originario del Kurdistan, è considerato il leader di questa rete del terrore che si era stanziata nel nord Italia. Il presunto jihadista è stato condannato a due anni in più  rispetto a quanto aveva chiesto il procuratore antimafia di Trento, Pasquale Profiti.

Al momento Ahmad è nella prigione di Oslo in attesa che le autorità decidano la sua estradizione.

Come spesso accade quando si parla di terrorismo islamico in Italia, è il nord del paese dove si concentrano le “basi” dei terroristi.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US