Macellazione kasher, la Corte di giustizia Ue conferma il divieto

Avatar
Redazione
-
News

Macellazione kasher, la Corte di giustizia Ue conferma il divieto

News
Avatar
Redazione

Gli Stati membri dell’Unione europea avranno facoltà di vietare la macellazione rituale kosher e halal. A deciderlo è stata la Corte di Giustizia Ue, che ha confermato il divieto di macellare animali senza prima stordirli.

Una decisione inaspettata perché nelle settimane scorse l’avvocato generale della Corte di giustizia dell’Unione europea, Gerard Hogan, aveva suggerito alla Corte di rimettere in chiaro il principio che:

“Gli Stati membri non possono adottare norme che prevedano, da un lato, un divieto di macellazione di animali senza stordimento che si applichi anche alla macellazione effettuata nell’ambito di un rito religioso” [ma nemmeno l’obbligo di attenersi a] “un procedimento di stordimento alternativo per la macellazione” effettuata secondo il rituale ebraico o islamico”.

Le istituzioni religiose ebraiche non hanno accolto – ovviamente – bene la decisione dell’Ue.

Il rabbino Pinchas Goldschmidt, il capo della conferenza dei rabbini europei, ha affermato:

“Questa decisione va anche oltre il previsto e contrasta con le recenti dichiarazioni delle istituzioni europee secondo cui la vita ebraica deve essere apprezzata e rispettata”.

Gli ha fatto eco Yohan Beniziri, il leader della Federazione belga delle organizzazioni ebraiche, il quale ha detto:

“La lotta continua: non ci dichiareremo sconfitti finché non avremo esauriti tutti gli strumenti legali, e non è ancora questo il caso”.

Condanna per quanto deciso dalla Corte di Giustizia Ue in merito alla macellazione è stata espressa che dallo Stato di Israele, il cui ministero degli esteri ha definito la decisione definendola “un duro messaggio a tutto l’ebraismo europeo”:

“Oltre al fatto che questa decisione colpisce la libertà di culto e di religione in Europa, un valore fondamentale della Ue, segnala anche alle Comunità ebraiche che lo stile di vita ebraico è indesiderato in Europa. È importante trovare un modo per cambiare questa decisione e consentire ai cittadini ebrei di Europa di continuare ad osservare le pratiche della loro fede. Ogni altra decisione è in contraddizione con i valori della libertà di fede che i cittadini europei sostengono a pieno diritto”.

Una decisione, quella della Ue, che potrebbe aprire scenari non buoni (eufemismo) quale fosse portata avanti dagli Stati membri.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US