A Latina il parco Arnaldo Mussolini diventa Falcone-Borsellino. Insorge l’estrema destra

Avatar
Redazione
-
News

A Latina il parco Arnaldo Mussolini diventa Falcone-Borsellino. Insorge l’estrema destra

News
Avatar
Redazione

A Latina è scoppiata la protesta dell’estrema destra a causa del cambio di intitolazione del parco “Arnaldo Mussolini”, fratello di Benito Mussolini, che verrà intitolato alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di cui domani ricorre il 25esimo anniversario della morte in quella divenuta famosa come la strage di via D’Amelio.

La decisione di cambiare il nome del parco Comunale di Latina è stata presa dalla giunta comunale. Domani all’evento che celebrerà la nuova vita del parco parteciperanno i vertici dello Stato, fra cui la presidente della Camera Laura Boldrini, la cui presenza ha scatenato la protesta di tutta la galassia dell’estrema destra del Lazio, che scenderà in piazza per esprimere il proprio disappunto.

Alla manifestazione parteciperanno sicuramente CasaPound, Forza Nuova e anche esponenti di Fratelli d’Italia. Per l’occasione la questura e la Digos di Latina hanno predisposto diversi servizi di sicurezza, atti a scongiurare ogni possibile rischio.

Le polemiche sul nuovo nome del parco pubblico sono datate fine giugno, quando la commissione Toponomastica in Comune (centrosinistra) ha espresso il suo voto in favore dell’intitolazione dello spazio verde ai due magistrati: contrari i consiglieri di opposizione Raimondo Tiero (Cuori Italiani Idea) e Nicola Calandrini (FdI), che ha detto:

“Falcone e Borsellino sono due eroi della nostra società, ma questo metodo è divisivo, c’è stata una forzatura nel voler cancellare la storia. Ma la storia non si cancella”.

In realtà, il nome del parco pubblico è sempre stato un tema estremamente controverso. Storicamente porta il nome del fratello del Duce, anche se alcuni sostengono che l’intitolazione è venuta a cadere già negli Anni 40.

Il sindaco di Latina, Damiano Colletta, ha affermato:

“Il Parco è il centro della città, il luogo dove portiamo a passeggio i bambini. Intitolarlo a Falcone e Borsellino è un segnale importante. Non c’è nessun intento di rivendicazione ideologica”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US