Italia: più antisemitismo e islamofobia, meno omofobia

Avatar
Redazione
-
News

Italia: più antisemitismo e islamofobia, meno omofobia

News
Avatar
Redazione

In Italia sono aumentati antisemitismo, islamofobia e xenofobia ed è diminuita l’omofobia. È quanto emerge dall’indagine sull’odio in rete nel nostro paese, condotta dalla Mappa dell’intolleranza presentata all’Università Statale di Milano da Vox: l’Osservatorio Italiano sui diritti, progetto che vede la collaborazione dell’Università degli studi di Milano, la Sapienza di Roma e l’Ateneo di Bari.

Lo studio, che si è concentrato sull’analisi di oltre 6 milioni e mezzo di tweet e sulla fascia temporale che va da maggio 2017 al maggio scorso, ha evidenziato l’aumento del 4% di post ispirati dall’odio rispetto all’edizione passata.

I risultati sono stati ottenuti grazie al monitoraggio di alcune parole chiave, che hanno mostrato anche una mappa geografica dell’intolleranza ben precisa.  A Brescia si concentra la maggior avversione verso gli ebrei, mentre a Bergamo quella contro i musulmani e le donne.

Roma supera Milano per la quantità di messaggi d’odio, che però primeggia sulla capitale per tweet contro ebrei donne, disabili e migranti.

Interessante il dato sull’aumento dei tweet contro i musulmani in Puglia e in Campania, dove la presenza di persone di fede islamica  è inferiore rispetto a quella registrata in altre zone italiane.

La giornalista Silvia Brena, co-fondatrice di Vox, ha dichiarato che “Più di un italiano su tre twitta il suo odio contro migranti, ebrei e musulmani”, mostrando l’aumento dell’avversione per chi viene percepito come diverso.

Giunta alla sua terza edizione, la Mappa dell’intolleranza ha evidenziato come l’antisemitismo in Italia stia crescendo sempre di più, sottolineando l’incapacità della nostra società civile al dialogo e alla tolleranza.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US