Antisemitismo in Norvegia, rapper si rivolge al pubblico: “Fottuti ebrei”

Avatar
Redazione
-
Antisemitismo, News

Antisemitismo in Norvegia, rapper si rivolge al pubblico: “Fottuti ebrei”

Antisemitismo, News
Avatar
Redazione

Un altro episodio di antisemitismo è andato in scena su un palcoscenico musicale. Questa volta a Oslo, dove la municipalità locale aveva invitato il cantante Kaveh Kholardi a esibirsi in un evento che negli intenti voleva celebrare la diversità.

Nel corso della sua performance il rapper norvegese ha augurato una buona fine del Ramadan ai musulmani e ha sorriso dopo che il pubblico ha risposto positivamente alla domanda se fra i presenti ci fossero dei cristiani. Domanda che poi è stata posta anche sugli ebrei dallo stesso Kholardi, che ha esclamato: “Fottuti ebrei”.

La vicenda che vede protagonista il 23enne cantante si lega a quella accaduta in Germania nell’aprile scorso dopo l’assegnazione del prestigioso premio musicale Echo Awards.

23enne che è stato aspramente criticato da Christine Thune, portavoce del comune di Oslo, che al quotidiano Verdens Gang ha rivelato le lamentele degli organizzatori che volevano promuovere una manifestazione di inclusione e promozione della diversità, calpestata dalle ingiurie di Kholardi che hanno rappresentato “esattamente l’opposto di ciò si voleva promuovere”.

Altre critiche sono arrivate dal leader della comunità ebraica, Ervin Kohn, che non ha escluso di ricorrere ad azioni legali contro Kholardi, che su Facebook ha scritto  “non essere né razzista, né antisemita” e che le sue parole sono state “solo uno scherzo”.

I social danno e si tolgono. Perché in un cinguettio su Twitter, Kholardi, cinque giorni prima del concerto in questione, ha scritto: “gli ebrei sono fottutamente corrotti”.

La litania ormai è questa. Un presunto artista si macchia di gesti o frasi antisemite e poi afferma di non essere né razzista né antisemita ma che il suo era solo uno scherzo. Ma ormai il seme dell’odio antiebraico è stato rinvigorito…

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US