Iran, nuova mostra di vignette negazioniste sulla Shoah

Avatar
Redazione
-
News

Iran, nuova mostra di vignette negazioniste sulla Shoah

News
Avatar
Redazione

L’Iran ha annunciato l’organizzazione di una nuova mostra di vignette che nega la Shoah. Fin qui, nulla di nuovo. Perché il paese dei diritti negati a donne e omosessuali non perde occasioni per negare l’esistenza dei campi di sterminio nazisti, in cui vennero barbaramente uccisi sei milioni di ebrei.

A far riflettere, però, è che questa specifica mostra arriverà in “risposta” alla Francia “che ha ignorato i diritti di oltre 1,5 miliardi di musulmani”. Il tutto va contestualizzato nelle tensioni degli ultimi giorni fra il presidente Macron e parte del mondo islamico, sorte dopo la decapitazione del professore Samuel Paty alle porte di Parigi per mano di un terrorista islamico. 

Qual è il nesso? Perché l’Iran tira in ballo la negazione della Shoah per “rispondere” alla Francia, anziché, per esempio, la rivoluzione francese, mettendo in discussione i principi “Libertà, Egualità, Fraternità”?

Perché l’Iran non nega l’esistenza della baguette? Del pate foie gras? Dell’impressionismo di Claude Monet? Delle vittorie ai Mondiali di calcio? Del Tour de France?

Semplice, perché non ha alcun interesse. L’interesse principale è attaccare il popolo ebraico, che vede nella negazione della Shoah uno degli attacchi che colpisce al cuore.

A dirlo tra le righe è stato Massoud Shojai Tabatabai, che dirige il dipartimento arti visive dell’ente, intanto a pubblicare:

“Una serie di opere che si oppongono alla narrativa della Shoah: dieci vignette che sfidano la Shoah vendicheranno ogni singola vignetta pubblicata contro l’islam. E queste vignette verranno pubblicate sui social network e su altri mass-media virtuali”.

La Francia non è menzionata, ma la Shoah sì. Perché l’interesse è quello, colpire al cuore il popolo ebraico, facendolo in quel punto dove, per fortuna, ancora non si è persa del tutto la comprensione e la solidarietà umana.

NB: L’immagine dell’articolo mostra la una vignetta pubblicata dall’agenzia iraniana Tasnim News, in cui il presidente francese Emmanuel Macron “usa l’islamofobia per sfuggire alle responsabilità e servire il sionismo”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US