Israele-Hamas, sale la tensione: da Gaza lanciati 400 missili verso lo Stato ebraico

Avatar
Redazione
-
News

Israele-Hamas, sale la tensione: da Gaza lanciati 400 missili verso lo Stato ebraico

News
Avatar
Redazione

La tensione tra Israele e Hamas è risalita nelle ultime ore. Dopo l’intermediazione egiziana della settimana scorsa che sembrava  aver sancito un’intesa tra le parti, la situazione è precipitata tra domenica e questa notte, tanto che il premier Benjamin Netanyahu è tornato prematuramente in patria dal suo viaggio ufficiale a Parigi.

Nello spazio di poche ore circa 400 missili sono stati lanciati da Hamas verso Israele, accusata dal gruppo terroristico di un’azione avvenuta domenica al confine, in cui sono rimaste uccise un israeliano e sette palestinesi, fra cui un importante comandante militare del gruppo radicale.

I centinaia di missili sparati da Hamas hanno fatto suonare le sirene al sud di Israele, la cui popolazione ha avuto 15” per mettersi in salvo. L’episodio più grave è stato quando un missile ha colpito un autobus in territorio israeliano ferendo una persona: dal mezzo erano usciti da pochissimo tempo 50 israeliani. Secondo le stime dell’esercito israeliano, il lancio di razzi di Hamas è stato il più alto di sempre, almeno in uno spazio di tempo così limitato.

Esercito che ha reagito colpendo alcuni edifici di Hamas a Gaza. Gli attacchi, però, non sono arrivati all’improvviso: un piccolo missile è stato esplodere sull’obiettivo prima di colpire veramente l’obiettivo per dare il tempo ai civili di allontanarsi e salvare la propria vita.

Cosa rimane di questa nuova esclation?

  • Dieci morti totali.
  • Il sorprendente numero di lanci sparato dalla Striscia, per la cui fabbricazione occorrono fiumi di denaro.
  • Il silenzio delle Nazioni Unite, che come sempre rimane a guardare.
  • Una ricostruzione dei fatti da parte dei media italiani che non aiutano la gente comune a capire cosa stia avvenendo in Medioriente.

Ciò che nessuno potrà mai spiegare è quello che vive la popolazione del sud di Israele, in continuo allarme e i ripetuti traumi che nascono da una vita che ogni giorno è messa a rischio.

Ciò che nessun media metterà mai in risalto sono i finanziamenti che riceve Hamas, come quello della scorsa settimana elargito dal Qatar, paese che vuole sempre di più diventare importante in questa zona del mondo.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US