Auschwitz, tre ragazze fanno il saluto romano: rischiano il carcere

Avatar
Redazione
-
News

Auschwitz, tre ragazze fanno il saluto romano: rischiano il carcere

News
Avatar
Redazione

Auschwitz. L’ironia della sorte vuole che questa parola inizi con la A e finisca con la Z. L’inizio e la fine dell’Inferno, patito da milioni di persone durante la Shoah. Un luogo che ha visto vincere la vergogna e la malvagità umana, perpetrata da uomini nei confronti di altri uomini, considerati carne da macello.

Un luogo che oggi dovrebbe veder vincere il rispetto e la memoria. Dovrebbe, perché quanto accaduto giorni fa, rimette tutto in discussione.  Durante una gita scolastica, tre ragazze si sono fatte scattare una foto mentre facevano il saluto romano. L’immagine postata su Instagram da una delle protagoniste ha creato un putiferio, che la ragazza ha provato a fermare, eliminando il post, ma ormai la frittata era stata fatta.

Bartosz Bartyzel, il portavoce del museo di Auschwitz, ha riferito al portale polacco “Wp.pl” che “La direzione ha sollecitato la procura a indagare per apologia di nazismo e vilipendio al memoriale”. 

Vista la delicatezza della situazione, l’identità delle tre adolescenti non è stata resa pubblica. Adolescenti che rischiano fino a tre anni di carcere, nonostante in Polonia non vi sia una legge specifica che vieta l’apologia del nazismo o del fascismo.

L’episodio fa riflettere, non solo per il deprecabile gesto delle ragazze, ma anche perché è avvenuto durante una gita scolastica. Si suppone che prima di intraprenderla, gli insegnanti abbiano parlato dell’argomento, sensibilizzando i loro studenti. 

I viaggi della memoria o le gite scolastiche nei lager nazisti andrebbero accompagnati da vere e prove campagne di educazione e istruzione sulla materia, facendo capire ai ragazzi che loro coetanei decenni fa sono entrati in quei luoghi senza uscire mai più, subendo atroci sofferenze.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US