Attentato Strasburgo, chi è il terrorista Cherif Chekatt

Avatar
Redazione
-
News

Attentato Strasburgo, chi è il terrorista Cherif Chekatt

News
Avatar
Redazione

L’attentato di Strasburgo avvenuto martedì scorso ha riposto tutte le problematiche in materia di sicurezza in Francia, paese che danni è diventato fertile per il terrorismo islamico. La strage al mercatino di Natale nel capoluogo dell’Alsazia-Champagne-Ardenne-Lorena è stata l’ennesima in territorio francese, con l’aggravante che il responsabile Cherif Chekatt era ben noto alle autorità.

Chekatt, 29 anni, era stato condannato per diversi crimini non meno di 27 volte in Francia, Germania e Svizzera e aveva terminato di scontare l’ultima condanna tre anni fa. In prigione si era radicalizzato, tanto che era stato segnalato con la “Fiche S”, sigla che viene posta accanto ai nomi di coloro che i servizi segreti francesi ritengono pericolosi per la sicurezza dello stato.

A rendere ancora più incredibile questa vicenda è il fatto che alcune ore prima della strage, Chekatt era ricercato con l’accusa di tentato omicidio dalla polizia, che però non l’ha trovato a casa sua.

Il terrorista, la cui famiglia è stata arrestata perché sospettata di legami con l’estremismo islamico, è riuscito a sfuggire alla cattura, compiere la strage e fuggire di nuovo nonostante una ferita al braccio.

La caccia all’uomo è aperta in tutta la Francia, ma anche la Germania è in allerta, preoccupata che Chekatt possa varcare il confine.

Ricapitoliamo. Cherif Chekatt era noto alle autorità perché a neanche 30 anni aveva già Fcollezionato 27 condanne, era schedato come pericolo per lo stato dalle autorità francesi e alcune ore prima che compiesse la strage al mercatino di Natale di Strasburgo era riuscito a sfuggire all’arresto per tentato omicidio.

Cosa rimane di questo attentato?

Che ancora una volta il terrorismo islamico ha colpito la Francia, facendo vittime in un mercatino di Natale, simbolo della religione cristiana, tanto osteggiata dal radicalismo islamico.

Che la Francia non riesce a proteggere i propri cittadini e i propri ospiti e soprattutto che il paese non può e non deve essere uno dei motori di un’Europa sempre più balbettante in materia di terrorismo.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US