Attentato nei pressi di una moschea di Londra, un morto e otto feriti

Avatar
Redazione
-
Terrorismo

Attentato nei pressi di una moschea di Londra, un morto e otto feriti

Terrorismo
Avatar
Redazione

Attentato nei pressi di una moschea di Londra: vicino Finsbury Park, un furgone ha travolto i pedoni all’esterno dell’edificio, colpendo a morte una persona e ferendone otto. Alla guida un uomo di 48 anni che è stata arrestato dalle forze dell’ordine che, secondo quanto dichiarato da Theresa May, stanno indagando sulla vicenda come “potenziale attacco terroristico”.

Secondo le prime ricostruzioni tutto è accaduto a Seven Sisters road, nei pressi di una moschea affollata dai fedeli intenti a celebrare il Ramadan. I siti web inglesi hanno riferito che l’uomo arrestato sarebbe sceso dal van  ma sarebbe stato bloccato da alcuni presenti, che poi hanno permesso alla polizia di intervenire.

Un testimone, intervistato dalla Bbc, ha descritto l’attentatore come un individuo “grosso, fisicamente forte e chiaramente inglese”, che alla domanda “Ti rendi conto di quello che hai fatto?”, avrebbe risposto “uccidimi, uccidimi”.

Un altro testimone,  Abdulrahman Saleh Alamoudi, ha raccontato che l’uomo avrebbe urlato “ucciderò tutti i musulmani”:

“Questo grande furgone è piombato su tutti noi. Fortunatamente io sono riuscito a fuggire e un ragazzo è uscito dal furgone cercando di scappare a piedi”.

La premier Theresa May ha annunciato una riunione di emergenza da lei stessa presieduta per discutere di quanto accaduto dopo aver dichiarato, in seguito alle iniziali cautele,  che le indagini si stavano rivolgendo verso la matrice terroristica.

Matrice che secondo il Muslim Council of Britain, punto di riferimento istituzionale della comunità islamica della Gran Bretagna, non è mai stata in dubbio. L’organizzazione ha subito denunciato in una nota che le persone sono state assalite “deliberatamente” e poi ha chiesto maggiore “protezione alle moschee” dopo la  “violenta manifestazione d’islamofobia”.

Questo attentato segue quelli di cui sono stati fatti oggetto chiese e sinagoghe. Non riuscire a proteggere i luoghi di culto è la fotografica della deriva morale e culturale della nostra società.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US