“Un cadavere annullerà la cerimonia dedicata alla Shoah”

Avatar
Redazione
-
News

“Un cadavere annullerà la cerimonia dedicata alla Shoah”

News
Avatar
Redazione

“Un cadavere annullerà la cerimonia dedicata alla Shoah” è la frase choc scritta in un editoriale da Yahya Rabah su Al-Hayat Al-Jadida, quotidiano ufficiale dell’Autorità nazionale palestinese.

Il giornalista si riferisce alle celebrazioni per la liberazione di Auschwitz in corso di svolgimento a Gerusalemme alle presenza di 49 delegazioni e del nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che domani rappresenterà l’Italia al quinto Forum mondiale sull’Olocausto che si terrà al museo Yad Vashem.

C ha scritto:

“Uno sparo interromperà la cerimonia e un cadavere annullerà la cerimonia. Nonostante la miseria in cui versano gli arabi e il loro malcontento per ciò che accade, sono in grado almeno per un momento di non seguire ciò che Israele e America decidono per loro stabilendo chi devono essere i loro nemici e i loro amici”.

Il giornalista Yahya Rabah, editorialista del quotidiano dall’Autorità nazionale palestinese, ha criticato la comunità internazionale, rea di riconoscere “terribile” “l’Olocausto degli ebrei” e di non fare lo stesso riguardo a quello palestinese, che secondo lui starebbe perpetrando Israele

Rabah ha ammonito:

“Naturalmente i palestinesi non accetteranno mai questo equilibrio, e si può presumere che si opporranno alla cerimonia che si terrà nella stessa Gerusalemme, dato che Gerusalemme è loro”.

Come si può scrivere una cosa simile? Come può una frase choc come questa (“Un cadavere annullerà la cerimonia dedicata alla Shoah”) comparire sul quotidiano ufficiale dell’Autorità nazionale palestinese?

Quella stessa Autorità che quando comunica in lingua inglese apre ai colloqui di pace con Israele, mentre quando lo fa in lingua araba lancia bordate contro lo Stato ebraico.

Ricapitoliamo: oggi e domani si svolgono a Gerusalemme le celebrazioni del 75esimo anniversario della liberazione di Auschwitz, campo di sterminio dovevo morirono più di un milione di persone. L’evento è in corso alla presenza di numerosi capi di stato e politici internazionali. Evento che secondo il quotidiano ufficiale dell’Anp dovrebbe essere interrotto da un cadavere.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US