Da Israele una tecnologia indossabile per il monitoraggio della salute

Sebbene alcuni componenti di questo sistema esistano già, nessuno li aveva mai integrati in un unico dispositivo

Diletta Funaro
-
Hi-tech

Da Israele una tecnologia indossabile per il monitoraggio della salute

Sebbene alcuni componenti di questo sistema esistano già, nessuno li aveva mai integrati in un unico dispositivo

Hi-tech
Diletta Funaro

Immaginate di poter indossare una camicia, un orologio, un bracciale, scarpe o occhiali che controllino costantemente le vostre funzioni vitali e che avvisi improvvisamente voi stessi oppure il medico che alcuni valori possono corrispondere allo sviluppo di una malattia. Questa non è fantascienza, ma un nuovo modello avanzato sviluppato in Israele dal Prof. Hossam Haick del Technion di Haifa, noto per aver sviluppato il NaNose, una super tecnologia che fiuta il cancro.

Il Prof. Hossam Haick e il ricercatore cinese Dott. Weiwei Wu hanno sviluppato un sistema innovativo che consente agli utenti di monitorare la loro salute mentre continuano la loro routine quotidiana. Il sistema viene azionato utilizzando l’energia prelevata dal suo supporto e può persino essere riparato in caso di rottura o graffi. Il dispositivo a breve dovrebbe anche fornire informazioni dettagliate per l’uso in studi epidemiologici.

Le tecnologie indossabili per il monitoraggio della salute sono ultimamente sotto i riflettori perché forniscono una piattaforma economica per la raccolta continua di informazioni mediche senza la necessità di procedure invasive. Tali dispositivi consentono interventi precisi e mirati, risparmiando ciò che in medicina vale di più: il tempo.

Diagnosticare una malattia prima che si manifesti con i sintomi, è un fattore cruciale che aumenta la possibilità di guarigione. Inoltre, trattamenti precoci e più efficaci, permettono di risparmiare – in seguito – cure mediche più complicate e costose. L’uso di dispositivi indossabili dovrebbe incoraggiare le persone a tenere maggiormente alla propria salute perché di fatto si sottoporrebbero ad un numero inferiore di esami medici, i quali spesso sono invasivi e motivo per cui sempre più persone rifuggono da essi.

Sebbene i vari componenti del sistema esistessero già, fino ad ora non era mai stata sviluppata una piattaforma che li integrasse tutti. Questo studio ha richiesto una complessa rete di sensori; un circuito piccolo e flessibile per misurare i marker; e lo sviluppo di componenti che elaborassero le informazioni e le trasmettessero in cloud e alle autorità mediche autorizzate. Tutte queste sfide sono diventate realtà nel nuovo sistema sviluppato dal gruppo di ricerca del Prof. Haick.

Il sistema, ha rivelato il Prof. Haick nel comunicato dell’Ateneo, combina una serie di elementi innovativi che gli conferiscono una capacità di sorveglianza senza precedenti.

La salute normale è caratterizzata da indici noti come 60 a 100 battiti cardiaci e da sette a otto respiri al minuto. Se rileviamo drammatici cambiamenti nei diversi marcatori in tempo reale, siamo in grado di indirizzare il paziente ad una diagnosi più completa e prevenire lo sviluppo e l’aggravamento delle malattie.

Le funzionalità di generazione di energia e di auto-riparazione conferiscono al nuovo apparecchio una lunga durata.

Il sistema innovativo contribuirà non solo al monitoraggio continuo dei marcatori fisiologici nell’utente, ma anche alla raccolta a lungo termine di informazioni dettagliate che possono essere utilizzate per studi epidemiologici.

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US