Via Almirante a Roma: la Raggi dice no all’intitolazione

Avatar
Redazione
-
News

Via Almirante a Roma: la Raggi dice no all’intitolazione

News
Avatar
Redazione

Roma, via Almirante. Sembrava cosa fatta l’intitolazione di una strada in memoria dello storico segretario del Movimento Sociale Italiano. E invece nella notte, la sindaca Virginia Raggi ha annunciato una mozione per vietare che esponenti del fascismo o persone che si siano legate idee antisemite o razziali abbiano tale riconoscimento.

La prima firmataria è stata proprio la sindaca di Roma (venuta a conoscenza dell’accaduto mentre era intervistata da Bruno Vespa) che poco dopo la mezzanotte ha dichiarato: “Nessuna strada a Roma sarà dedicata a Giorgio Almirante”.

La mozione per l’intitolazione di una strada Giorgio Almirante era stata promossa da Fratelli d’Italia ed era passata giovedì in Assemblea capitolina con 23 voti favorevoli (Fratelli d’Italia, lista “Con Giorgia” e M5S), due astenuti e un contrario (la consigliera del Movimento Maria Agnese Catini)

Il tutto si era svolto senza la presenza degli altri gruppi: in particolare il Partito Democratico, i cui membri erano usciti dall’aula in protesta per l’assenza della sindaca Raggi.

Il deputato di Liberi e Uguali Stefano Fassina, consigliere capitolino di Sinistra per Roma, aveva denunciato:

“In un’aula capitolina vuota per l’abbandono di Sinistra per Roma e del Pd per denunciare l’indisponibilità della sindaca a riferire sulla vicenda stadio, il gruppo M5s ha sostenuto la mozione di FdI per intitolare una via della città di Roma a Giorgio Almirante. È un atto grave, una ferita alla nostra città per la sua storia e il contributo di sangue dato alla liberazione da fascismo e nazismo. È un’offesa ai martiri delle Fosse Ardeatine, ai rastrellati del Quadraro, ai nostri concittadini ebrei deportati e sterminati nei lager nazisti, a tutti gli uomini e le donne di Roma caduti per la libertà e per la nostra Costituzione. Proveremo a far tornare indietro l’aula Giulio Cesare attraverso un’approfondita e adeguata discussione”.

Indignata anche la Comunità ebraica di Roma

“La decisione del Consiglio Comunale di votare una mozione per intitolare una via ad Almirante è una vergogna per la storia di questa città. Chi ha ricoperto il ruolo di segretario di redazione del Manifesto per la Difesa della Razza, senza mai pentirsene, non merita una via come riconoscimento”.

Roma non può intitolare una via a Giorgio Almirante, legato a quel fascismo che ha fatto patire tante sofferenze a  tutti i cittadini capitale.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US