Atti vandalici sulla tomba di Giorgio Ascarelli

Avatar
Redazione
-
News

Atti vandalici sulla tomba di Giorgio Ascarelli

News
Avatar
Redazione

La tomba di Giorgio Ascarelli è stata vandalizzata da ignoti insieme alle altre presenti nel cimitero ebraico di Napoli. Un atto ignobile che non rispetta la memoria di un uomo che ha fatto tantissimo per la città e per la squadra di calcio che oggi è una delle migliori d’Italia.

Imprenditore e industriale tessile, dirigente sportivo italiano, Ascarelli fu figlio di Salomone Pacifico, ex vice sindaco di Napoli per la zona Mercato e titolare di una grande industria di tessuti.

Fu protagonista del rinascimento ebraico napoletano che terminò nel 1938, in coincidenza con la promulgazione delle leggi razziali.

Nel 1926 fu il promotore della fondazione del Napoli calcio, riunendo in un solo club tutte le squadre che esistevano in quel momento in città. Mostrò una grande capacità dirigenziale nel 1929, quando convinse la Federazione Italiana Giuoco Calcio ad allargare il campionato da 16 a 18 squadre, riuscendovi a far inserire il Napoli. Nel 1929 fece costruire, interamente a sue spese, un nuovo campo sportivo di proprietà privata della società, che venne inaugurato il 23 febbraio 1930 col nome di “Vesuvio“. Solo 17 giorni dopo il taglio del nastro morì a causa di una peritonite, accadimento che portò la stragrande maggioranza dei cittadini a chiedere con successo di dedicargli l’impianto che nel 1934 ospitò due partite dei mondiali.

Una delle quali segnò inequivocabilmente lo spartiacque negativo che non diede merito alla sua gloriosa memoria: in occasione della finale per il terzo e quarto posto fra l’Austria e la Germania, Benito Mussolini fece rimuovere il suo nome dallo stadio per non far “torto” a Hitler. Una rimozione che diventa trasversale alcuni decenni dopo quando la politica dell’Italia Repubblica decise di chiamarlo San Paolo.

Quella memoria è stata ancora una volta deturpata da chi non ha rispetto per la vita e per la morte di una persona. Una persona che ha fatto il bene di Napoli. Commettere un atto vandalico sulla tomba di Giorgio Ascarelli significa colpire al cuore un’intera città.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US