Terrorismo islamico: arrestatta Alice Brignoli, la “mamma dell’Isis”

Avatar
Redazione
-
News

Terrorismo islamico: arrestatta Alice Brignoli, la “mamma dell’Isis”

News
Avatar
Redazione

 

È terminata con l’arresto la fuga di Alice Brignoli, la donna italiana che nel 2015 partì alla volta della Siria con la famiglia per unirsi allo Stato islamico.

L’accusa per colei che è considerata la “mamma dell’Isis” è di associazione con finalità di terrorismo internazionale.

L’operazione è stata compiuta dai Carabinieri del Ros, che hanno messo in manette l’ex segretaria di Bulciago, in Lombardia. Operazione, denominata “Match”, che ha permesso di rintracciare anche i quattro figli di Alice Brignoli, di cui tre (8,10 e 12 anni) nati in Italia e il quarto nato in Siria: tutti sono stati portati in Italia e affidati a una comunità.

Secondo le indagini la “mamma dell’Isis”, una volta giunta in Siria, ha svolto il compito di istruire i figli alla causa del jihad, mentre il marito, Mohamed Koraichi, cittadino italiano di origine marocchina, ha preso parte alle operazioni militari dello Stato islamico.

Sui coniugi Koraichi arrivò l’ordine di arresto disposto dal gip di Milano, Manuela Cannavale, nel 2016 durante un’altra operazione in cui Mohamed Koraichi, secondo le indagini, aveva dato l’ordine di compiere un attentato in Italia. Ordine che allarmò gli inquirenti, i quali fecero scattare gli arresti per sei persone, residenti Piemonte e in Lombardia.

In quell’occasione, venne arrestato un certo Moutaharrik, di cui riportiamo un’intercettazione, in cui dice di voler colpire l’ambasciata di Israele a Roma:

“Ci sono tante, tante storie, amico mio io una volta mi sono alzato e messo a progettare .. ho detto che voglio picchiare (inteso come colpire e far esplodere) Israele a Roma. Si … l ‘Ambasciata. .. e sono andato da un ragazzo albanese a Varese e gli ho detto di procurarmi una pistola, la volevo comprare da lui e forse lui si è insospettito di me e mi ha girato le spalle, quante volte l’ho chiamato ma mi ha trovato la pistola, mi ha trovato la pistola, ma lui …..questo che ti dicevo era nell’anno 2009″.

L’arresto di Alice Brignoli fa capire che il terrorismo islamico è ancora un pericolo per l’Italia e l’Europa.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US