Morte di Shirin Abu Aqleh, non ci sono prove ma la colpa viene data a Israele

Avatar
David Spagnoletto
-
News

Morte di Shirin Abu Aqleh, non ci sono prove ma la colpa viene data a Israele

News
Avatar
David Spagnoletto

Non ci sono prove, ma le responsabilità dell’uccisione della giornalista Shirin Abu Aqleh vanno comunque ascritte a Israele. Perché per qualche astratto e pregiudizievole principio, la colpa deve essere dello Stato ebraico.

Il medico palestinese che ha condotto l’autopsia, il dott. Riyan al-Ali del dipartimento di patologia dell’Università di Al-Najah, si è detto impossibilitato a determinare chi abbia sparato alla reporter di Al Jazeera, ma le responsabilità dell’uccisione della giornalista Shirin Abu Aqleh vanno comunque ascritte a Israele. Perché per qualche astratto e pregiudizievole principio, la colpa deve essere dello Stato ebraico.

L’Autorità Nazionale Palestinese ha rispedito al mittente la proposta di Israele di creare un’apposita commissione composta da israeliani, palestinesi e americani per esaminare il proiettile mortale, ma le responsabilità dell’uccisione della giornalista Shirin Abu Aqleh vanno comunque ascritte a Israele. Perché per qualche astratto e pregiudizievole principio, la colpa deve essere dello Stato ebraico.

Il rifiuto dell’ANP si basa sulla propria personale convinzione che Shirin Abu Aqleh sia morta per mano israeliana.

Riducendo tutto in termini prosaici: il pallone è mio e tu non giochi oppure partecipi esclusivamente con quel ruolo che io ho ritagliato per te, ossia il colpevole.

Un’appropriazione della morte che ha un duplice obiettivo: demonizzare anche una volta Israele e innalzare la tensione, creando una giustificazione per futuri attentati contro lo Stato ebraico.

Come è possibile che senza prove, Israele si finito per esser considerato il colpevole?

Al Jazeera, rete televisiva satellitare con sede in Qatar, è stata la prima a puntare subito il dito contro Gerusalemme, ritenendola responsabile della sorte della propria giornalista, dimostrando di non essere quell’emittente imparziale che va tanto millantando.

E questo non è un particolare da poco, perché la presunta legittimità di Al Jazeera ha dato voce e credito a un tam tam mediatico di parte, che ha portato alla colpevolizzazione di Israele, la cui macchina burocratica, come tutti gli stati democratici, ha richiesto tempo prima di poter analizzare i fatti e dai risultati seri e concreti, a differenza del mondo palestinese, che senza alcuna prova si è affrettato a dare la colpa allo Stato ebraico.

Non ci sono prove, l’autopsia di un medico palestinese non ha potuto stabilire chi abbia ucciso Shirin Abu Aqleh, l’ANP non vuole una commissione per ispezionare la pallotta, ma la responsabilità va sempre e comunque addebitata a Israele.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: No feed found.

    Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

  • FOLLOW US