Sarah Zoabi: “sono musulmana e sono fiera di essere sionista”

Avatar
Emanuel Segre Amar
-
Israele

Sarah Zoabi: “sono musulmana e sono fiera di essere sionista”

Israele
Avatar
Emanuel Segre Amar

Haneen Zoabi è la deputata arabo-israeliana che non perde occasione per far conoscere al mondo il proprio odio per il paese al cui parlamento è stata eletta. Haneen ha un cugino, Mohamed, recentemente divenuto famoso nel mondo per aver fatto conoscere il proprio amore per lo stato di Israele. Adesso la madre di Mohamed è apparsa in televisione in una trasmissione intitolata “Master Chef”:

 

“Mi chiamo Sarah Zoabi, sono araba, musulmana, israeliana, fiera di essere sionista, e sono originaria di Nazaret Illit.”

Haïm Cohen: “ha detto araba, musulmana, israeliana, una fiera sionista? Può per favore spiegarsi meglio?”

“Io sono araba, io sono musulmana, io sono sionista perché io credo al diritto del popolo ebraico di avere il suo proprio paese che è lo Stato di Israele, la Terra Santa. Sono sicura che le persone che mi ascoltano diranno: ma come, hai perduto la testa? Come puoi dire che sei sionista? Io voglio dire a tutti gli arabi di Israele (gli arabi israeliani) di svegliarsi. Noi viviamo in un paradiso! Se si paragona con gli altri paesi, coi paesi arabi, noi viviamo in paradiso. Personalmente non ho un altro paese, non ho un’altra bandiera. Con tutto il rispetto che debbo al mio popolo (si intende arabo, musulmano), questo non significa “tradimento”, non ho mai fatto del male a nessuno.”

Eyal Shani: “dove è il posto del vostro paese in questo paradiso?”

“Esiste forse un posto migliore di Israele? Ditemi se posso fare altrove ciò che io faccio qua. Sono sicura che non l’1%, ma il 100% degli arabi israeliani, se si proponesse loro di trasferirli nei territori e di darne loro la cittadinanza, nessuno accetterebbe. Questo è ciò che io penso, e questo mi costerà caro, lo so bene. Nello stesso modo che questo è costato caro a mio figlio. Io sono la madre del giovane arabo Mohamed Zoabi, la cui vita era minacciata e che volevano uccidere per le sue idee.”

Haïm Cohen: “quello che ha postato il suo sostegno a Israele durante l’operazione Tsouk Eitan?”

“Sì, sì”

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US