Reddito di cittadinanza all’ex Br Saraceni, il padre ex magistrato: “Dobbiamo infornarla come facevano i nazisti?”

Avatar
Redazione
-
News

Reddito di cittadinanza all’ex Br Saraceni, il padre ex magistrato: “Dobbiamo infornarla come facevano i nazisti?”

News
Avatar
Redazione

Scoppia un’altra polemica attorno al reddito di cittadinanza. Dopo quella tra Giorgia Meloni e Raimondo Etro, condannato per concorso nel sequestro di Aldo Moro e per l’omicidio del giudice Riccardo Palma, è la volta di Federica Saraceni, ex br condannata a 21 anni e 6 mesi per il delitto del giuslavorista Massimo D’Antona nel 1999.

Polemica su cui la redazione di Progetto Dreyfus non vuole entrare. Semmai nostro interesse è quello di riportare le parole del padre di Federica Saraceni – Luigi – ex magistrato ed ex deputato dei Ds, che in un’intervista al sito di Fanpage ha tirato in ballo gli ebrei morti nei forni crematori:

“Fino ad ora mia figlia, in questi 15 anni, è stata aiutata dalla famiglia, ci sono due bambini di mezzo. Ora è arrivato un piccolo contributo, che è veramente piccolo rispetto alle sue esigenze. L’attacco a mia figlia è un attacco politico al reddito di cittadinanza. La sinistra ci ripensi, e non lo elimini, perché è una legge giusta. Mia figlia non ha reddito, ma dice: toglietemi il reddito di cittadinanza, ma datemi un lavoro, invece di farmi marcire in casa. Ma nessuno vuole darle un lavoro. Dopo 15 anni di arresti domiciliari, ha diritto ad avere un lavoro. Che facciamo con mia figlia, come facevano i nazisti con gli ebrei, che li infornavano?”

Secondo Luigi Saraceni – ripetiamo, ex magistrato ed ex deputato dei Ds – è “legittimo” paragonare la figlia condannata per omicidio agli ebrei deportati e fatti morire in un forno crematorio.

Come si può paragonare un carnefice con un vittima? Come è possibile che un ex parlamentare della Repubblica italiana ed ex magistrato possa tracciare un parallelo tra sua figlia, condannata per omicidio, e gli ebrei morti nei lager nazisti?

Perché la Shoah viene sempre calpestata e fatta oggetto di discussioni e polemiche con cui non ha nulla a che fare?

Domande che come spesso accade non avranno una risposta. Al massimo una parziale giustificazione riguardo un paragone che offendo tutti, ebrei e non, politici e gente comune.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US