Lo sceicco del Qatar regala moschee in giro per l’Italia

Avatar
David Spagnoletto
-
News

Lo sceicco del Qatar regala moschee in giro per l’Italia

News
Avatar
David Spagnoletto

Piacenza, 24 maggio. Brescia, 24 maggio. Modena (provincia) 26 maggio. Vicenza 28 maggio.  Saronno (Varese) 5 giugno.

Cinque città e un unico comun denominatore: Hamad Bin Nasser Al Thani, il capo della Qatar Charity Foundation, una onlus (?) molto ricca che dalla fine del maggio scorso all’inizio di giugno ha finanziato programmi di aiuto per numerose comunità islamiche dislocate in 25 stati diversi. Nei mesi scorsi la mano lunga dello sceicco aveva elargito tantissimo denaro anche per le comunità di Centocelle (a Roma), Bergamo, Ravenna e altre città della Sicilia. Con queste cospicue sovvenzioni, il Qatar è diventato il paese capofila dei musulmani nel mondo, con un occhio ben attento all’Italia. Quello che è stato un vero e proprio tour, secondo l’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia è il piano atto a realizzare 33 centri di preghiera, utilizzando fondi dei petroldollari per un foraggiamento totale di 25 milioni di euro.

Vediamo nello specifico ogni tappa in giro per la Penisola. Il 24 maggio il principe, membro della famiglia reale qatariota, era a Piacenza, dove assieme alle autorità cittadine ha tagliato il nastro al nuovo centro islamico. Poche ore dopo si era spostato a Brescia per inaugurare l’ampliamento della moschea locale. Un giorno di riposo, poi il 26 maggio tappa a Morandola in provincia di Modena per il nuovo centro di preghiera, ristrutturato dopo il danneggiamento subito durante il terremoto del 2012. La stessa sorte non è toccata alla chiesa parrocchiale della città, che porta ancora i segni del sisma. Altro giorno di riposo, poi il 28 giugno il viaggio si ferma a Vicenza per l’apertura di un centro islamico. Pausa fino al 5 giugno, giorno in cui a Saronno si inaugura un complesso ampio dove poter pregare e studiare il corano. In quell’occasione Hamad Bin Nasser Al Thani è affiancato niente meno che dal vicario episcopale del luogo.

In questi casi è sempre utile ricapitolare. Il Qatar e nello specifico Hamad Bin Nasser Al Thani stanno diventando la guida per i fedeli islamici nel mondo, finanziando centri e luoghi di culto della religione di Maometto. Nello specifico in Italia sono state inaugurate o potenziate strutture islamiche sul tutto il territorio nazionale (nord, sud e centro), alcune delle quali alla presenza delle autorità cittadine e del vicario episcopale…

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US