Il negazionismo è reato

Avatar
David Spagnoletto
-
News

Il negazionismo è reato

News
Avatar
David Spagnoletto

Il negazionismo è reato. Con 237 sì, 5 no e 102 astenuti il testo è stato approvato definitivamente alla Camera in terza lettura. L’introduzione del comma 3 bis all’art. 3 della legge 13 ottobre 1975 n. 654 (e successive modifiche) dispone l’applicazione della pena: “da due a sei anni se la propaganda, ovvero l’istigazione e l’incitamento commessi in modo che derivi concreto pericolo di diffusione, si fondano in tutto o in parte sulla negazione della Shoah, o dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello Statuto della Corte penale internazionale”. Le opinioni dei partiti politici sono stati contrastanti.

Per il Pd è “una legge che guarda al futuro”. Per Chiara Gribaudo, vice-presidente del gruppo dem di Montecitorio, “il Parlamento intende contrastare una delle forme più sottili e striscianti della diffamazione razziale, della xenofobia a sfondo antisemita e non solo, e in genere dell’incitazione all’odio”. Secondo il deputato di Forza Italia, Francesco Paolo Sisto, “è una norma tecnicamente orribile: scritta malissimo, non ha né capo né coda, modificata dal Senato in modo scellerato”.

Il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, ha commentato:

Oggi, nell’aula della Camera, si è compiuto l’ultimo atto di uno straordinario impegno civico e culturale che ha visto protagoniste le massime istituzioni del nostro Paese. L’Italia scrive infatti una pagina storica della sua recente vicenda parlamentare e dota il legislatore di un nuovo fondamentale strumento nella lotta ai professionisti della menzogna tutelando al tempo stesso, con chiarezza, principi irrinunciabili quali la libertà di opinione e di ricerca. Il ringraziamento va in particolare a tutti quei parlamentari che con inesauribile passione e impegno hanno fatto sì che questo risultato potesse essere raggiunto nei modi e nei tempi più adeguati.

La Shoah è stata una pagina vergognosa e ignobile della storia dell’umanità, perpetrata da uomini nei confronti di altri uomini. Non è e non deve essere solamente una prerogativa del popolo ebraico ricordare le atrocità naziste, ma di tutto il mondo civile. Negare la Shoah significa andare contro la Storia dell’umanità. Ora lo dice anche la Legge.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US