Senato, incontro tra M5S e chi esalta i terroristi palestinesi

Avatar
Redazione
-
News

Senato, incontro tra M5S e chi esalta i terroristi palestinesi

News
Avatar
Redazione

Il Movimento 5 Stelle e chi esalta i terroristi palestinesi. Un incontro che è andato in scena al Senato, dove l’Ufficio Comunicazione del gruppo M5S ha incontrato la delegazione “Parliamentarians for Jerusalem”, formata da tre rappresentanti dell’Associazione dei Palestinesi in Italia e da altrettanti parlamentari arabi (Algeria, Yemen e Marocco).

A fare gli omaggi di Casa Italia è stato Gianluca Ferrara, capogruppo nella Commissione Esteri, che ha dichiarato:

“Oggi abbiamo incontrato in Senato la delegazione Parliamentarians for Jerusalem che in questi giorni è a Roma, un’associazione di parlamentari, arabi ma non solo, che sostiene i diritti dei palestinesi. La delegazione era composta dal presidente Hamid al-Ahmar (deputato dello Yemen), da Bachir Djarallah (deputato algerino), Ahmed Boukhobza (deputato del Marocco) e tre rappresentanti dell’Associazione dei Palestinesi in Italia (Mohammad Hannoun, Sulaiman Hijazi e Riyad al-Bustanji)”.

Ferrara ha voluto ringraziare gli ospiti:

“Per averci raccontato fatti che la stampa internazionale volutamente nasconde come gli omicidi di persone disarmate ai check point, bulldozer che schiacciano uomini e donne che si oppongono all’abbattimento delle loro case e il recente arresto di una bambina di 7 anni che aveva lanciato una pietra contro i soldati israeliani. Credo che, al di là del nostro contratto di governo, sarebbe auspicabile riconoscere lo Stato della Palestina, come proposto la scorsa legislatura. Sarebbe un passo importante del governo del cambiamento”.

L’incontro ha acceso una polemica, sulla quale è intervenuto senatore di Forza Italia Lucio Malan, che in un comunicato ha sottolineato che:

“Chi sono i tre palestinesi? In un’intervista alla emittente televisiva Al-Aqsa, messa in onda il 22 giugno 2012, Riyad al-Bustanji definiva un gigante dei nostri tempi un bambino di meno di dieci anni da lui incontrato a Gaza perché gli aveva detto di pregare Allah di poter essere un martire a Gerusalemme”.

Chi sono, invece, gli altri due rappresentati?

Mohammad Hannoun e Suleiman Hijazi, presidente e collaboratore di ABSPP, l’Associazione Benefica di Solidarietà con il Popolo Palestinese Onlus, che per logo ha una cartina geografica in Israele è totalmente coperta.

Quindi per questa associazione Israele deve esser cancellato. Associazione ricevuta in pompa magna da Gianluca Ferrara che già in passato ha mostrato la propria avversione per lo Stato ebraico.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US