Khamenei dice agli atleti iraniani di non stringere la mano a quegli israeliani

Avatar
Redazione
-
News

Khamenei dice agli atleti iraniani di non stringere la mano a quegli israeliani

News
Avatar
Redazione

L’ayatollah Ali Khamenei ha esortato gli atleti iraniani a non gareggiare negli sport contro gli israeliani, anche se questi sono disciplinati da organismi internazionali.

Il leader supremo dell’Iran, nel corso di un ricevimento per i medagliati iraniani ai Giochi di Tokyo, ha affermato:

“Qualsiasi atleta iraniano degno di questo nome non può stringere la mano a un rappresentante del regime criminale per vincere una medaglia. Il regime sionista illegale e genocida tenta di ottenere una certa legittimità partecipando a competizioni atletiche internazionali. Le potenze arroganti del mondo e le loro coorti [l’Occidente] le assistono e le sostengono in questo”.

Le parole Ali Khamenei confermano quello che abbiamo già visto in diverse situazioni, fra le quali quella relativa al judoka iraniano Saeid Mollaei, che è costato all’Iran il divieto di quattro imposto dall’International Judo Federation (IJF).

E la Comunità Internazionale quale posizione ha preso? Nessuna, tace.

I media? Fanno semplice cronaca.

I sedicenti intellettuali? Non pervenuti.

Immaginiamo uno scambio, in cui è un leader israeliano a esortare i propri atleti a non gareggiare contro avversari iraniani.

Cosa avrebbe fatto la Comunità Internazionale? Avrebbe condannato Israele, sostenendo che un paese civile non si comporterebbe così. Avrebbe fatto qualche insensato paragone tra il genocidio subito dagli ebrei per mano nazista e quello perpetrato da Israele.

I media avrebbe cavalcato l’onda, ospitando le opinioni bizzarre dei vari politici di turno, intenti a rincarare la dose.

I sedicenti intellettuali avrebbe tirato fuori qualche assurda differenza pseudoscientifica tra gli ebrei e gli altri popoli.

Questa ondata mediatica sarebbe stata visibile anche al cittadino più distratto, che sarebbe sceso nelle piazze per protestare contro l’apartheid di Israele.

Invece le dichiarazioni dell’ayatollah Ali Khamenei sono passate quasi sotto silenzio. Perché puntare il dito contro l’Iran non fa tendenza. Non smuove nessun ancestrale odio da vomitare.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US