Israele, la Francia si giustifica

Avatar
Yoram DebachEditor
-
News

Israele, la Francia si giustifica

News
Avatar
Yoram DebachEditor

ambasciatore franciaOggi il quotidiano israeliano Haaretz riferisce che l’Ambasciatore francese in Israele ha giustificato il voto a favore alla risoluzione di uno Stato palestinese di martedì scorso al Consiglio di Sicurezza per evitare che gli stessi palestinesi si rivolgessero alla Corte Penale Internazionale.
Nonostante l’approvazione francese, la proposta avanzata dai palestinesi fu respinta per un voto mancante e il Presidente Mahmoud Abbas per bocca dell’emerito negoziatore palestinese Saeb Erekat, ha deciso di puntare all’adesione alla Corte Penale Internazionale prevedendo la sua implementazione a marzo.
Le giustificazioni francesi sembrano un po’ campate in aria soprattutto alla luce del fatto che negli ultimi tre mesi si sono verificati diversi incidenti diplomatici dove eventi, collaborazioni e meeting bilaterali programmati tra Francia e Israele sono sempre stati cancellati all’ultimo minuto dai francesi, come se “ci fosse un legame tra il processo di pace e i legami bilaterali tra i due paesi” – sospettano fonti del Ministero degli Esteri israeliano.
Sicuramente gli israeliani esagerano, sono troppo diffidenti, ma non dite loro che il Ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, nei prossimi giorni presenterà al Consiglio di Sicurezza una proposta di pace tra israeliani e palestinesi che stabilisce i confini territoriali dei due Stati e lo status di Gerusalemme.
Eh si non c’è che dire, Israele è proprio fortunato ad avere uno Stato amico come la Francia che nel 2014 è stato eletto il paese dal quale sono emigrati più ebrei in Israele rispetto a tutti gli altri paesi del mondo…

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US