Il Weizmann Institute fra i dieci migliori istituti di ricerca al mondo

Avatar
Mario Del MonteEditor
-
Scienza

Il Weizmann Institute fra i dieci migliori istituti di ricerca al mondo

Scienza
Avatar
Mario Del MonteEditor

Il Centro per gli Studi Scientifici e Tecnologici dell’Università olandese di Leiden, noto come CWTS, ha stilato una classifica degli istituti di ricerca le cui pubblicazioni hanno avuto un grande impatto sulla comunità scientifica internazionale. Tra questi, decimo su settecentocinquanta, anche l’israeliano Weizmann Institute, unico non statunitense a dare filo da torcere a giganti come MIT e Harvard e a classificarsi nella top dieci.

La classifica del CWTS valuta il numero di articoli scientifici di ricerca pubblicati dagli istituti, le loro dimensioni relative e il numero di volte che gli articoli prodotti vengono citati in altre pubblicazioni. In particolare l’ultimo parametro è di notevole importanza in quanto maggiore è il numero di citazioni maggiore è il peso che la comunità scientifica attribuisce a quella ricerca.

I ricercatori dell’istituto con sede a Rehovot, circa venti chilometri a Sud di Tel-Aviv, tra il 2010 e il 2013 hanno prodotto quasi duemilacinquecento articoli citati poco meno di ventottomila volte dai loro colleghi. Tra questi ad almeno quattrocentosessanta è stata attribuita importanza di livello mondiale. Questa incredibile produttività ha contribuito a migliorare la posizione dell’istituto che dieci anni fa si piazzava diciannovesimo nella stessa classifica.

In particolare il Weizmann Institute brilla nei campi della biologia e della medicina dove i suoi articoli costituiscono il 21% delle pubblicazioni con maggiore impatto. Cinquantasette di questi sono stati nominati dallo stesso CWTS “le ricerche più influenti al mondo in materia”. In generale il 65% delle pubblicazioni del Weizmann sono nella metà superiore della classifica delle ricerche più importanti del mondo.

Fondato da Chaim Weizmann nel 1934 con il nome “Daniel Sieff”, è stato rinominato nel 1949 per rendere onore al primo Presidente della storia dello Stato d’Israele. Lo stesso Weizmann prima di diventare presidente condusse all’interno dell’istituto alcune ricerche sulla chimica organica. Al suo interno è presente un centro di ricerca nucleare inaugurato da Niels Bohr nel 1954 e un acceleratore di particelle ospitato nella Torre Koffler. Tra gli appartenenti allo staff ci sono anche Premi Nobel come Ada Yonath, premiato nel campo della chimica nel 2009, e vincitori del Premio Turing come Amir Pnuel (1996) e Adi Shamir (2002). Ne sono stati presidenti importanti figure della comunità scientifica internazionale come lo stesso Weizmann, Abba Eban e Albert Sabin.

Gli altri istituti di ricerca israeliani non hanno ottenuto simili riconoscimenti: l’Università Ebraica di Gerusalemme si è classificata centosettantacinquesima, il Technion Israel Institute of Technology di Haifa ha raggiunto solo il trecentonovantanovesimo posto e l’Università di Ben Gurion nel Negev si è attestata al numero cinquecentoquaranta della classifica.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US