Germania, raduno neonazista come forma di finanziamento

Avatar
Redazione
-
News

Germania, raduno neonazista come forma di finanziamento

News
Avatar
Redazione

In Germania si è tenuto un raduno nazista, mascherato da festival musicale. A provarlo è stato un video apparso su Twitter che ha rivelato come il concerto di Themar fosse in realtà un modo per finanziare le frange dell’estrema destra.

Ad arrivare nella cittadina dell’est della Germania sono stati circa seimila neonazi provenienti da diversi paesi che hanno indossato una T-shirt, con una scritta in codice ma che lasciava pochi fraintendimenti: “I love HTLR”, “HKNKRZ” (consonanti che formano la parola che in tedesco vuol dire “croce uncinata”).

Intanto è stato aggiornato il bilancio della manifestazione: le denunce per diversi reati, fra cui ricorso a simboli di organizzazioni incostituzionali, lesioni, minacce  e violazioni della legge riguardo al possesso di armi, sono 46. Le persone fermate sono 6 e quelle identificate 440.

Il raduno neonazista ha acceso un dibattito in tutta la Germania. Il presidente del Land, Bodo Ramelow, ha proposto di modificare il diritto al raduno dopo questo increscioso precedente.

“Io penso che il diritto di raduno si debba precisare, in modo da far sì che in futuro le amministrazioni, gli enti addetti al rilascio delle autorizzazioni e successivamente anche i tribunali non possano liquidare cose del genere con il concetto di libertà di espressione”.

Il mascherato festival canoro è la prova di come i neonazisti siano sempre più attivi in Europa e conferma le pericolose tendenze verificatesi in Italia negli ultimi mesi. Dalla sfilata al cimitero Maggiore di Milano con cui è stato aggirato il divieto di riunirsi per il 25 aprile all’entrata nel consiglio comunale di Monza di personaggi di estrema destra, passando per spiagge e ristoranti che ricordano il Duce.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US