Insulti alla Brigata ebraica: “fu odio razziale”

Avatar
Redazione
-
News

Insulti alla Brigata ebraica: “fu odio razziale”

News
Avatar
Redazione

La Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per cinque indagati che il 25 aprile 2018 insultarono la Brigata ebraica nel corso della corteo in ricordo della Liberazione dal nazifascismo, a quattro dei quali è stata contestata anche l’aggravante dell’odio razziale

È la prima volta che una Procura della Repubblica prende tale decisione in merito ai numerosi attacchi che la Brigata ebraica è costretta a subire ogni 25 aprile.

Tra gli indagati c’è un personaggio noto alle autorità. Si tratta di Claudio Latino, 62 anni, che venne condannato nell’ambito dell’operazione anti terrorismo “Tramonto» del 2007”, nell’inchiesta delle nuove Brigate rosse.

Latino è accusato, insieme a un altro antagonista, di minacce “con finalità di odio etnico e razziale”. Secondo le indagini condotte dalla Digos, i due avrebbero minacciato i componenti della Brigata ebraico durante la marca, facendo uno “il gesto dello sgozzamento” e Latino “simulando la sventagliata di una mitragliatrice”.

Sempre secondo l’accusa, gli altri due indagati (anche per odio razziale) avrebbero scagliato “in direzione dei componenti” della Brigata ebraica “una bottiglietta d’acqua ciascuno”.

Il quinto indagato, infine, è accusato di resistenza a pubblico ufficiale per aver colpito con una canna da pesca un agente di polizia.

L’indagine è stata commentata così dalla presidente della Comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, che all’Adnkronos ha dichiarato:

“Un segnale importante, perché riconosce che l’odio antisemita si esplicita in forme differenti. Insultare gli ebrei, nascondendosi dietro alla politica internazionale, come riconosciuto dalla definizione dell’Ihra è una forma di odio anti ebraico”.

Una decisione importante quella della Procura di Milano, perché è da anni che la Brigata ebraica viene insultata dagli antagonisti. Brigata che il 25 aprile 2018 in piazza San Babila a Milano venne apostrofata con queste frase: “Israele Stato terrorista”, “fascisti” e “assassini”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

    Error: admin-ajax.php test was not successful. Some features may not be available.

    Please visit this page to troubleshoot.

  • FOLLOW US