Fallito attentato a Cipro, Israele accusa l’Iran

Avatar
Redazione
-
News

Fallito attentato a Cipro, Israele accusa l’Iran

News
Avatar
Redazione

Un attacco terroristico contro uomini d’affari israeliani è stato sventato a Nicosia, dove lo scorso 27 settembre la polizia ha arrestato un uomo azero-russo. L’episodio è stato reso noto nella giornata di ieri, diventata sempre più convulsa dopo le dichiarazioni della polizia cipriota e quelle di esponenti di spicco del governo di Gerusalemme.

Il capo della polizia cipriota Stelios Papatheodorou ha detto ai giornalisti:

“Un uomo in possesso di una pistola è stato arrestato. È un caso molto delicato, per cui è stata richiesta la custodia cautelare.”

Israele è convinta che dietro il fallito attentato ci sia il governo di Teheran. In proposito il portavoce del primo ministro Naftali Bennett, Matan Sidi, ha scritto in una nota:

“Questo è stato un incidente terroristico diretto dall’Iran contro uomini d’affari israeliani che vivono a Cipro”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il ministro della Difesa Benny Gantz ha dichiarato:

“L’Iran continua a essere una minaccia globale e regionale e una sfida per Israele, e continueremo ad agire per difendere i nostri cittadini e la sicurezza dello Stato di Israele ovunque e contro ogni minaccia”.

Israele ha rassicurato tutti i suoi imprenditori che girano il mondo tramite il ministro degli Esteri Yair Lapid che ha dichiarato:

“Gli uomini d’affari israeliani continueranno a viaggiare per il mondo. Devono stare attenti e ascoltare le istruzioni, ma Israele può e sa come proteggere i suoi cittadini”.

Cosa si sa sull’uomo arrestato dalla polizia di Nicosia?

È un azero in possesso di un passaporto russo, tra i 38 e i 39 anni, che dal nord di Cipro, controllato dai turchi, e arrivato nella parte meridionale dell’isola. Uomo che aveva noleggiato due auto, in una delle quali le forze di polizia hanno rinvenuto un silenziatore.

L’Iran continua a minacciare Israele in diversi parti del mondo. La grandezza dello Stato ebraico sta nella difesa e nella volontà di non far sentire soli i propri cittadini, ovunque si trovino.

Perché per Israele, ogni suo cittadino e come un figlio.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US