Antisemitismo, il partito laburista inglese indagato dalla polizia britannica

Redazione
-
Antisemitismo

Antisemitismo, il partito laburista inglese indagato dalla polizia britannica

Antisemitismo
Redazione

L’antisemitismo e il partito laburista inglese. Una “vecchia” storia che ciclicamente torna alla ribalta. Il partito guidato da Jeremy Corbyn è stato spesso invischiato in vicende legate all’avversione contro gli ebrei. Ultima in ordine di tempo è quella relativa all’indagine condotta dalla polizia del Regno Unito per chiarire le accuse di crimini di odio antisemiti all’interno del partito.

A confermarlo è stato la capa della polizia, Cressida Dick, ma solo dopo che la LBC Radio aveva rivelato di avere in mano un dossier del partito nel quale sono descritti nel dettaglio più di 40 casi di odio razziale.

Radio che ha fatto sapere che tra le accuse mosse contro il partito sono presenti anche minacce contro alcuni parlamentari, tra cui un messaggio su Facebook, che puntava il dito contro una deputata accusata di essere una “estremista sionista che odiava i civili” e stava per “avere un bel calcio”.

La deputata laburista Margaret Hodge ha dichiarato che il suo partito avrebbe dovuto informare la polizia di un problema che all’interno del Labour sta diventando sempre più incalzante:

“Penso che abbiano il dovere di occuparsi dei loro membri e delle accuse di crimini di odio razziale. Io, che sono una parlamentare ebrea del partito Laburista, percepisco un sentimento di paura e per questo ritengo che l’azione intrapresa dalla polizia e dal partito sia molto importante”.

Jeremy Corbyn è stato accusato a più riprese di comportamenti antisemiti. Nel 2009 aveva inviato alcuni membri di Hamas ed Hezbollah a parlare al Parlamento, tre anni più tardi aveva stigmatizzato la decisione di rimuovere un murale antisemita a Londra e lo scorso anno aveva disertato le celebrazioni dei 100 anni della dichiarazione Balfour.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US