Addio ad Ada Di Segni, l'”Anita Garibaldi” moglie del famoso Moretto

Avatar
Redazione
-
News

Addio ad Ada Di Segni, l'”Anita Garibaldi” moglie del famoso Moretto

News
Avatar
Redazione

Ada Di Segni è scomparsa a Roma all’età di 89 anni. La moglie di Pacifico Di Consiglio detto “Moretto” ebreo che fece la resistenza contro i nazifascisti nel ghetto della capitale, in realtà si chiamava Fortunata, ma tutti la conoscevano come Ada.

Quel ghetto che ha segnato nel bene e nel male, il corso della sua vita. Ada è nata proprio lì, in quella parte di Roma segnata dalla razzia del 16 ottobre 1943. Quella stessa parte che per lei ha significato l’inizio del dramma e in seguito l’inizio della felicità.

Non conosce ancora la vita, quando le leggi razziali la costringono ad abbandonare la scuola solo perché di religione ebraica. Ada, però, non può accettare di non ricevere un’istruzione e comincia a studiare da “autodidatta”, mostrando sin in giovane età di avere un carattere battagliero che in seguito le varrà il soprannome di “Anita Garibaldi”.

Da quel maledetto giorno di ottobre di 75 anni fa, Ada comincia a scrivere un diario per testimoniare gli avvenimenti che lei spera possano riportare a casa i suoi cari, deportati dalle SS.

È in quei giorni in cui si consuma il dramma per gli ebrei romani, che Ada e Moretto si incontrano, segnando così una rinascita che solo allora sembrava impossibile. Dopo la Liberazione si ritrovano mentre sbrigano alcune faccende per far risorgere una comunità lacerata dal dolore.

“È stata sempre accanto a papà nelle battaglie più importanti contro l’antisemitismo sin dal primo dopoguerra”, hanno raccontato i figli, che non potranno mai dimenticare le lotte dei loro genitori per gli ebrei di tutto il mondo e per lo Stato d’Israele.

Ada raccontò un insegnamento tramandatole dal marito: “Mai abbassare la testa, si deve sempre far sentire la propria voce”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US