Pizza di Beridde o pizza dolce ebraica

Eleonora Pavoncello
-
Cucina

Pizza di Beridde o pizza dolce ebraica

Cucina
Eleonora Pavoncello

Visitare l’antico quartiere ebraico vuol dire non solo perdersi tra monumenti e strade piene di storia ma anche assaggiare i famosi dolci dell’antico forno “Boccione”. Qui, a pochi passi dal Portico d’Ottavia, potete trovare questa antica pasticceria che ogni giorno sforna tanti golosi dolci tipici della tradizione ebraica romana.

Ginetti, biscottini, torta ricotta e visciole, torta ricotta e cioccolato, bruscolini (semi di zucca tostati e salati) e molti altri dolci per lo Shabbat e le festività ebraiche; uno però è più famoso degli altri e tante sono le persone che ogni giorno da ogni parte delle città e, a dir la verità, anche turisti da ogni parte del mondo, vengono appositamente per assaggiarlo: la pizza dolce ebraica o anche detta “Pizza di Beridde” perchè la tradizione ebraica romana vuole che questo dolce venga mangiato in occasione della nascita di un maschietto e del suo Brit Milà (circoncisione).

L’antico forno “Boccione” è gestito da sole donne e le ricette, tutte kosher, cioè preparate seguendo le regole alimentari ebraiche, sono tenute gelosamente segrete e vengono tramandate di generazione in generazione solo a voce.

La ricetta che vi daremo oggi ovviamente non è quella segreta ma il risultato che si ottiene è estremamente simile all’originale sia nella presentazione che nel sapore.

Vediamo prima di tutto gli ingredienti:

  • 200 g di farina
  • 110 g di zucchero bianco
  • 65 g di olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di sale
  • 20 g di pinoli
  • 90 g di mandorle
  • 90 g di uvetta
  • 90 g di canditi

Ora passiamo alla preparazione che è piuttosto semplice e veloce ma richiede però alcune piccole accortezze.

Prendete per prima cosa un pentolino e fate stiepidire leggermente l’olio; poi in una ciotola capiente versate l’olio e la farina e iniziate a mescolare. Aggiungete quindi anche lo zucchero e il pizzico di sale e mescolate tutto insieme con le mani.

Una volta amalgamato il tutto aggiungete la frutta secca e i canditi. Mescolate ancora.

Ora che l’impasto è pronto versatelo in una teglia foderata con carta forno e dategli la tipica forma rettangolare. Dovrà essere un panetto alto un paio di cm e lungo 10 cm. Fate dei tagli sia in senso verticale che orizzontale e delle piccole incisioni con un coltello affilato.

Fate cuocere in forno ventilato già caldo a 220° per circa 20 minuti. Controllate comunque di tanto in tanto la cottura poiché ogni elettrodomestico può essere differente.

Fate raffreddare la vostra pizza dolce ebraica prima di mangiare e tagliatela seguendo le incisioni fatte prima della cottura.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US