Soldi alle ONG e ai media per presentare meglio l’accordo con l’Iran: nella lista del Ploughshares Fund anche J-Street

Avatar
Mario Del MonteEditor
-
News

Soldi alle ONG e ai media per presentare meglio l’accordo con l’Iran: nella lista del Ploughshares Fund anche J-Street

News
Avatar
Mario Del MonteEditor

ben rhodes

Il Ploughshares Fund, un gruppo vicino all’amministrazione Obama che ha avuto un ruolo chiave nella diffusione delle informazioni relative all’accordo sul nucleare iraniano, avrebbe pagato il gruppo ebraico liberale J-Street 575 mila dollari per supportare il patto sui media. Le informazioni relative ai soldi spesi dal Ploughshares Fund sono reperibili nel report annuale di 33 pagine pubblicato dallo stesso gruppo.

J-Street è un gruppo politico ebraico che lo scorso anno ha intrapreso una campagna in supporto dell’accordo JCPOA nonostante le proteste del governo israeliano che intendeva convincere i membri del Congresso americano a bloccarlo. Tra le varie azioni intraprese ha fatto scalpore l’acquisto di un’intera pagina del New York Times nel Luglio 2015 in cui si invitava il Congresso a non “sabotare” l’imminente accordo.

Sul sito web del Ploughshares Fund il gruppo identifica la sua mission nel “creare un mondo sicuro sviluppando e investendo in iniziative tese a ridurre ed eliminare le scorte di armi nucleari in tutto il mondo” una descrizione simile a quelle fatte spesso da Obama riguardo alla sua politica di controllo degli armamenti.

Il Ploughshares Fund è sotto i riflettori da quando lo scorso mese è emerso il suo ruolo in seguito alle parole di Ben Rhodes, uno dei principali consiglieri di Obama in tema di politica estera. Rhodes ha raccontato al New York Times come l’amministrazione abbia convinto ONG, esperti di non proliferazione nucleare e giornalisti a costruire una rete di supporto in favore del JCPOA. “Una cassa di risonanza” l’ha definita Rhodes che ha poi aggiunto che “gruppi come il Ploughshares hanno aiutato l’amministrazione a far giungere al pubblico un messaggio più efficace”. Le affermazioni di Rhodes hanno scatenato le reazioni del partito repubblicano che ha accusato i democratici di aver ingannato il popolo americano.

Oltre a J-Street il Ploughshares Fund ha finanziato diversi altri gruppi tra cui: Arms Control Association (282 mila dollari), National Public Radio (100 mila dollari), Brookings Institution (225 mila dollari), Atlantic Council (182 mila dollari). Tutte queste organizzazioni sono state pagate per realizzare analisi relative all’Iran o lavoro di sensibilizzazione sui media.

Gruppi di tutti i colori politici sono soliti finanziare i media per progetti particolari o per assicurarsi maggior copertura in generale. La maggior parte della agenzie di stampa hanno regole molto severe che disciplinano in maniera stringente i soggetti da cui possono ricevere denaro per proteggere la loro indipendenza giornalistica. Il supporto del Ploughshares Fund in questo contesto è abbastanza inusuale dato che ha avuto un ruolo di primo piano e di parte in una questione politicamente controversa.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US