Nata a Gerusalemme, trova nel suo passaporto britannico Territori occupati come luogo di nascita

Avatar
Redazione
-
News

Nata a Gerusalemme, trova nel suo passaporto britannico Territori occupati come luogo di nascita

News
Avatar
Redazione

“Sono rimasta scioccata nel vedere che il mio luogo di nascita è stato cambiato da Gerusalemme a Territori palestinesi occupati”.

Sono le parole rilasciate al Times of Israel da Ayelet Balaban, donna israeliana nata a Gerusalemme, di padre britannico, che ha rivelato il suo shock nello scoprire che il suo nuovo passaporto del Regno Unito elencava come luogo di nascita “Territori palestinesi occupati”, anziché la capitale d’Israele.

L’episodio ha allarmato non poco il Jewish Leadership Council che, come riportato dal Jewish News, ha scritto al ministro degli Interni britannico, preoccupato per un cambio di rotta nella politica estera di Londra.

Londra che non ha esitato a rispondere tramite un portavoce del Ministero degli Interni:

“Ci scusiamo per questo errore e stiamo indagando con urgenza su come ciò sia avvenuto. Contatteremo la sig.ra Balaban per il rilascio di un nuovo passaporto che mostri il luogo di nascita corretto”.

Ayelet Balaban ha raccontato un altro particolare, secondo cui nel rinnovo del passaporto del fratello, avvenuto due anni fa, era ancora presente Gerusalemme come città di nascita.

Ayelet, quindi, ha detto di aver pensato che qualcosa fosse cambiato nell’atteggiamento del governo del Regno Unito nei confronti di Israele.

A rendere ancora più amara questa vicenda è il fatto che il vivaio gestito da Ayelet e suo marito Avi ad Ashkelon, è stato recentemente colpito dal fuoco dai terroristi di Hamas:

 “È stata davvero una sensazione dura, perché abbiamo chiuso per 11 giorni. Avevamo razzi che sono caduti nelle nostre serre, quindi non potevamo nemmeno andarci”.

Il governo britannico ha chiesto scusa per un errore, davvero grossolano. Come può un paese cardine del mondo, sbagliare su una cosa del genere? Ma soprattutto bisognerebbe far luce su chi ha scritto Territori occupati e non Gerusalemme, chi non ha controllato, perché non possiamo pensare che un documento così importante come il passaporto possa passare nelle mani di un solo funzionario o di diversi funzionari poco zelanti.

Gerusalemme è la capitale d’Israele, unica e indivisibile, con buona pace di chi crede il contrario e dice di commettere un errore (?).

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US