Scoperta una parte delle mura di Gerusalemme, Hamas accusa Israele di falsificare la storia

Avatar
Redazione
-
News

Scoperta una parte delle mura di Gerusalemme, Hamas accusa Israele di falsificare la storia

News
Avatar
Redazione

Una parte delle mura della città di Gerusalemme costruite tra la fine dell’VIII e l’inizio del VII a.e.v. durante il periodo del Primo Tempio, e in larga misura distrutte di Babilonesi nel 586 a.e.v., è stata rinvenuta dagli archeologi nel Parco Nazionale della Città di David.

Una scoperta sensazionale, annunciata dall’Authority israeliana per le Antichità, che evidenzia come la cinta muraria portata alla luce fu edificata per proteggere il lato orientale dalla capitale. Cinta che collega due sezioni già scoperte dall’archeologa britannica Kathleen Kenyon e dall’archeologo Yigal Shiloh, rispettivamente negli Anni 60 e negli Anni 70.

A spiegare il collegamento sono stati il direttore degli scavi Filip Vukosavović, del Ancient Jerusalem Research Center, e Joe Uziel e Ortal Chalaf dell’Authority per le Antichità:

“Le mura della città protessero Gerusalemme da una serie di attacchi durante il regno dei re di Giuda, fino all’arrivo dei babilonesi che riuscirono a fare breccia e conquistare la città. Tuttavia, non tutto venne distrutto e parti delle mura sono rimaste in piedi fino ad oggi”.

Secondo gli esperti, quando i Babilonesi attaccarono la capitale Gerusalemme, non lo fecero dalla parte orientale, perché da quel lato, il pendio era troppo ripido.

Nel corso degli scavi sono stati scoperti altri reperti relativi al periodo, tra cui giare di stoccaggio con anse decorate a “rosetta”, che gli esperti hanno collegato agli ultimi anni del Regno di Giuda; un sigillo a timbro babilonese in pietra in cui è raffigurato un soggetto in piedi di fronte ai simboli degli dei babilonesi Marduk e Nabu; un’impronta di sigillo in argilla (bulla), che porta il nome di persona Tsafan in antica scrittura ebraica.

Quanto rinvenuto non è stato salutato con favore da tutti, perché quando si parla di scoperte archeologiche fatte a Gerusalemme, c’è sempre qualcuno pronto a dire cialtronerie. Come il portavoce di Hamas, Muhammad Hamadeh, secondo cui Israele si sforza di:

“Falsificare la storia e distorcere i fatti. Gerusalemme rimarrà la capitale della Palestina e della sua identità arabo-islamica”.

L’ennesimo delirio di Hamas, sempre impegnato ad attaccare Israele e non curarsi delle sofferenze del popolo palestinese, causate dallo stesso gruppo terroristico che gestisce la Striscia di Gaza.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US