L’IPOCRISIA DELL’OCCIDENTE VERSO ISRAELE

Avatar
Yoram DebachEditor
-
Israele

L’IPOCRISIA DELL’OCCIDENTE VERSO ISRAELE

Israele
Avatar
Yoram DebachEditor

Questa breve riflessione denuncia sottovoce un episodio vergognoso che non siamo abituati a leggere nei media italiani ed europei fin troppo avvezzi a criticare col guanto bianco ogni azione compiuta da Israele.

Questa bambina sorridente si chiamava Razan, aveva 11 anni ed era palestinese residente a Gaza. Doveva raggiungere l’Egitto per urgenti cure mediche ma dato che il valico di Rafah è sigillato da 30 giorni consecutivi, Razan è stata lasciata morire. Qualcuno ha sentito o letto di questa storia da qualche parte?

Sempre ieri, fonti stampa palestinesi riferiscono che attraverso il valico di Kerem Shalom, che separa Gaza da Israele, sono stati introdotti da Israele 400 autocarri carichi di merci di cui 28 trasportavano cemento(…) verso la Striscia di Gaza.
Risulta chiaro che se si introducono beni materiali a maggior ragione è concessa la circolazione di malati gazawi verso gli ospedali israeliani come già avviene ed avveniva anche durante la guerra dell’estate scorsa: qualcuno ha sentito o letto questa informazione da qualche altra parte? Ti rispondo io: NO.
Tornano in mente le parole di ieri dell’Ambasciatore israeliano Prosor durante la sua dichiarazione alle Nazioni Unite:

“Alle Nazioni che continuano a permettere che il pregiudizio prevalga sulla verità io dico “J’ACCUSE”.
Vi accuso della vostra ipocrisia.
Vi accuso della vostra falsità.
Vi accuso di dare credito a coloro che cercano di distruggere il nostro Stato.
Vi accuso di parlare in teoria del diritto di Israele all’autodifesa ma di negarla all’atto pratico.
Vi accuso di chiedere concessioni ad Israele senza chiedere niente ai palestinesi.
Di fronte a questi attacchi, la sentenza è chiara: Voi non siete per la pace, voi non siete dalla parte del popolo palestinese. Voi siete semplicemente contro Israele”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US